"Dalla chimica farmaceutica alla nutraceutica". Le nuove frontiere della salute al centro di un incontro

Il Lions Club Forlì Valle del Bidente ospiterà venerdì in qualità di relatore il professor Giancarlo Tenore, docente di Chimica degli Alimenti al Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II"

"Dalla chimica farmaceutica alla nutraceutica. Le nuove frontiere della salute". Il Lions Club Forlì Valle del Bidente ospiterà venerdì in qualità di relatore il professor Giancarlo Tenore, docente di Chimica degli Alimenti al Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II" ben noto al mondo degli scienziati, sia in Italia che all’estero.La chimica farmaceutica è una branca della chimica che studia la composizione e la sintesi delle sostanze ad uso terapeutico. Questa scienza nasce dalla Medicina Popolare, che usava dei preparati di cui era ignota la composizione, ma che effettivamente avevano un valore terapeutico. La chimica farmaceutica incominciò ad affermarsi nell’Ottocento in concomitanza dello sviluppo della Chimica Organica. Ma, come nel passato Indiani, Egizi, Cinesi e Sumeri hanno dimostrato, anche gli alimenti possono essere efficacemente usati come medicine per “curare” e “prevenire”  le malattie. Nel 1989 Stephen De Felice coniò il termine “Nutraceutica”, derivante dalla sintesi dei termini “nutrizione” e “farmaceutica”. I nutraceutici sono quei principi nutrienti contenuti negli alimenti, che hanno effetti benefici sulla salute

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento