Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

Ci sono alimenti insospettabili, che è facile avere selezionato fra varie opzioni con la convinzione di fare una scelta sana, e invece fanno ingrassare. Scopriamo insieme quali sono

Quando si deve decidere cosa togliere dalla propria dieta per iniziare a dimagrire, non facciamo molta fatica a identificare subito i fritti, i dolci, i gelati e le varie golosità che fanno male e fanno prendere peso; ma ci sono anche alimenti insospettabili, che è facile avere selezionato fra varie opzioni con la convinzione di fare una scelta sana e invece fanno ingrassare. Si tratta di alimenti che, a causa di determinati fattori, ingannano il consumatore; saper riconoscere quali sono gli alimenti che ci fanno prendere peso è importante sia se vogliamo dimagrire, e dunque capire che cosa evitare, come anche se vogliamo mantenere il nostro peso forma ed essere sicuri di non esagerare.

Quali sono, dunque, gli alimenti che fanno ingrassare? E quali sono le alternative più sane? Scopriamolo insieme.

I 7 "falsi amici" della tua dieta 

  1. Succhi di frutta: i succhi di frutta contengono moltissimi zuccheri, e spesso pochissima frutta. Se proprio non ne puoi fare a meno, scegli prodotti che non contengano edulcoranti e che non siano ottenuti da concentrato (che ha il doppio delle calorie del frutto non trattato!). Oppure, puoi provare a farli in casa, senza aggiungere zucchero: più economici, più saporiti e mille volte più sani!
  2. Cereali e barrette: l’accoppiata yogurt più cereali potrebbe sembrare l’opzione più sana e leggera per la colazione, ma in realtà i cereali fanno ingrassare, essendo ricchi di zuccheri, grassi idrogenati, grassi vegetali di scarsa qualità e conservanti. Per un’alternativa salutare e home made, prova questa ricetta: mescola insieme 100 gr di avena, una manciata di riso soffiato, un po’ di frutta secca mista tagliata a pezzi, 3 cucchiai di miele e 2 cucchiai di olio di semi di girasole. Spargi il composto su una teglia e inforna a 180° per una mezz’ora, mescolando un pochino il muesli dopo 15 minuti.
  3. Soia: spesso la soia non è biologica, contiene OGM ed estrogeni, responsabili di squilibri ormonali che fanno ingrassare. È meglio evitare anche lo yogurt di soia, perché ricco di zuccheri aggiunti.
  4. Frullati: bere uno smoothie equivale a mangiare quattro o cinque porzioni di frutta con i rispettivi zuccheri, di conseguenza il carico glicemico si alza.
  5. Gomme e caramelle senza zucchero: le caramelle senza zucchero sono un concentrato di dolcificanti artificiali ed edulcoranti, che risultano essere tossici nel lungo periodo.
  6. Frutta candita e disidratata: a differenza della frutta secca, alimento ottimo e super energetico, la frutta disidratata, come anche quella candita, è davvero deleteria per la linea. Infatti, il processo di essiccazione a cui è sottoposta può far aumentare la quantità di zuccheri fino a tre volte, mentre la frutta candita ha una quantità elevatissima di zuccheri e oli. Meglio quindi prediligere frutta fresca e secca.
  7. Cibi light e senza grassi: per compensare la minor quantità di grassi e dare sapore, le industrie alimentari aggiungono zuccheri, sale e additivi a questi alimenti. Secondo uno studio condotto nel Regno Unito, il 10% dei cibi dietetici contiene le stesse calorie o addirittura di più di quelli normali, e il 40% ha più zuccheri.

Fuori dal frigo: 10 alimenti che si conservano meglio a temperatura ambiente

Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Nuova avventura imprenditoriale per il "Big Boss": il re degli hamburger rilancia uno storico ristorante

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Avanza il buio e per la stanchezza perde l'orientamento: disavventura per una cercatrice di funghi

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento