Perché non dovresti dimenticare di cambiare le lenzuola?

Sulle lenzuola e nei nostri pigiami si depositano sudore, cellule morte, capelli e batteri, come anche sugli asciugamani, che restano bagnati dopo l’uso e così sono l’ambiente ideale per la proliferazione dei batteri. Meglio cambiarli, ma ogni quanto?

Molti di noi, sia d'estate, sia d'inverno, tendono a sottovalutare l’importanza di cambiare frequentemente biancheria da letto, pigiami e asciugamani. Se per il senso comune sarebbe meglio mettere da lavare questi tessuti nel momento in cui siano visibilmente sporchi, è bene invece ricordare che sulle lenzuola e nei nostri pigiami si depositano sudore, cellule morte, capelli e batteri, come anche sugli asciugamani, che restano bagnati dopo l’uso.

Vediamo allora ogni quanto cambiare lenzuola, pigiami e asciugamani per evitare problemi di salute.

Perché è importante cambiare la biancheria di casa?

Dormire in un letto fresco e pulito, oltre ad essere un piacere per il corpo e la mente, è il primo passo per evitare problemi di salute. Infatti, può capitare spesso di svegliarsi con il naso chiuso o la pelle irritata, problemi che potrebbero essere causati da una scarsa igiene della biancheria da letto e diventare il campanello d’allarme sul fatto che si sta sbagliando qualcosa.
Moltissime ricerche hanno stabilito infatti che nel letto si trovano tantissimi microbi e batteri, molti dei quali prodotti in primis da noi, tramite sudore, colpi di tosse e starnuti, o con le secrezioni vaginali e anali. Durante il sonno, inoltre, si perdono scaglie di pelle, nutrimento principale degli acari che si nascondono tra le lenzuola, i quali proliferano grazie al calore sprigionato dal corpo e all’umidità provocata dal sudore. A questo mix di microbi si aggiungono i peli degli animali, acari, funghi, residui di creme e cosmetici come anche i residui del cibo consumato a letto

Una buona cura dell’igiene della biancheria di casa è quindi fondamentale per far fronte a tutti questi germi e evitare conseguenze fastidiose.

Quando cambiare le lenzuola?

Se non vogliamo che il nostro letto diventi un terreno di coltura per funghi e batteri, le lenzuola vanno cambiate almeno una volta alla settimana, soprattutto d’estate quando si usano pigiami leggeri e la pelle resta a diretto contatto con il tessuto. Sarebbe bene cambiare le federe anche due volte alla settimana: uno studio, infatti, ha rivelato che, dopo un anno e mezzo di utilizzo, nei cuscini si possono trovare fino a 17 tipi diversi di funghi

È bene lavare le lenzuola e le federe separate dal resto del bucato, a non meno di 60°, e aggiungere al detersivo tre o quattro cucchiai di aceto, noto per le sue proprietà antibatteriche. Mai riporle umide nell’armadio, perché così facendo si rischia di favorire la proliferazione di acari e microbi.
Un altro accorgimento contro gli acari, sicuramente amato dai più pigri, è quello di non rifare il letto appena svegli, lasciando lenzuola e coperte all’aria.

Quando cambiare pigiama e asciugamani?

Per evitare che diventino un covo di batteri, anche pigiami e camicie da notte andrebbero cambiate una volta alla settimana

Cambiare frequentemente gli asciugamani è ancora più importante: restando umidi, infatti, sono l’ambiente ideale per la proliferazione dei batteri. Per un’igiene ottimale, tutto il set di asciugamani andrebbe cambiato ogni 2/3 giorni, mentre i teli da bagno e l’accappatoio al massimo dopo una settimana. Si può approfittare della bella stagione per farli asciugare al sole dopo ogni utilizzo, così da eliminare il problema umidità, oppure sfruttare l'asciugatrice, che ha il vantaggio di rendere le fibre anche più morbide al contatto con al pelle. È importante ricordare inoltre che gli asciugamani devono essere personali per ogni membro della famiglia. Un buon modo per fare sì che non ci siano confusioni è adoperare un set di asciugamani di colore diverso per ognuno, oppure ricamare l'iniziale dei nomi in un punto sempre visibile dell'asciugamano.

I consigli in più

Ecco qualche consiglio in più per una pulizia ottimale:

  • utilizza tessuti naturali e traspiranti come cotone e lino;
  • ogni tanto arieggia il materasso, capovolgilo e puliscilo con l’aspirapolvere;
  • fai una doccia prima di andare a dormire;
  • non mangiare a letto;
  • non metterti mai a letto con pelle e capelli bagnati;
  • non poggiarti o stenderti sul letto con i vestiti indossati durante il giorno;
  • al mattino apri le finestre per arieggiare la camera e aspetta un po' prima di rifare il letto.

Se agisci in tempo, puoi evitare le smagliature: ecco come

Dove acquistare un'asciugatrice a Forlì

Se d'estate, per asciugare in fretta i panni non ci sono grandi problemi, d'inverno le cose possono farsi un po' più complicate. L'asciugatrice è un elettrodomestico che può rendere davvero facile fare il bucato. Ecco alcuni dei negozi che a Forlì vendono asciugatrici o lavasciuga:

  • Unieuro, via della Cooperazione, 2 c/o Centro Commerciale Puntadiferro, Telefono: 0543796505
  • Comet, Via Balzella, 4, Telefono: 0543772911

Riconoscere i sintomi dell'intolleranza al lattosio

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

  • Prima il sopralluogo, dopo una settimana il colpo. Addormentano i cani, sfondano un muro e fan razzia di bici

Torna su
ForlìToday è in caricamento