Curare corpo e mente: ecco la "medical fitness" per prevenire le malattie

Fare attività fisica "abbassa il rischio di sviluppare alcune tra le principali malattie del nostro secolo come diabete, ipertensione e obesità"

L'ultima novità del centro "Prenditi a Cuore" del Gruppo Medoc si chiama "Medical Fitness". Si tratta, spiega Susanna Schiavone, di "un nuovo modo di fare palestra. E' la medicina naturale di prevenzione e cura per il benessere di corpo e mente. Si prescrive attività fisica, con percorsi di prevenzione e mantenimento, sia a chi è in piena forma, sia a chi non lo è anche a causa di patologie".

In primis, si effettua una visita medica, per prescrivere una "ricetta" dell’attività fisica, stabilendo le indicazioni terapeutiche ed eventuali controindicazioni a determinati esercizi, seguendo le linee guida stabilite dall’American College Of Sports Medicine - spiega Schiavone -. I più recenti studi scientifici in materia dimostrano che un'attività fisica strutturata sia come modalità e continua nel tempo, abbassa il rischio di sviluppare alcune tra le principali malattie del nostro secolo come diabete, ipertensione e obesità".

Fare pratica sportiva significa quindi "ridurre la probabilità di casi cardiovascolari fatali come infarti e ictus - viene aggiunto -. Inoltre il movimento si è dimostrato efficace anche nella cura di tutte queste patologie".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Soccorsa una donna colpita da un grave malore, tempestivo intervento per forzare la porta e salvarla

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

Torna su
ForlìToday è in caricamento