Forlì bella

Forlì bella

La prima volta di Ennio Morricone per “Romagna Mia”

Era immancabile nel nostro appuntamento settimanale un ricordo omaggio al compositore italiano Ennio Morricone, scomparso recentemente, raccontando della sua visita in Romagna nel 2007

Nel 2007 in occasione del concerto per il conferimento al Maestro e compositore italiano del premio alla carriera della Fondazione Ugo Becattini, che si è tenuto a Rocca San Casciano domenica 22 luglio, nella serata dedicata alle interviste con i giornalisti gli fu proposto anche il brano romagnolo che ascoltò con interesse cantato dai giornalisti presenti 


Era immancabile nel nostro appuntamento settimanale un ricordo omaggio al compositore italiano Ennio Morricone, scomparso recentemente, raccontando della sua visita in Romagna nel 2007 per un concerto organizzato nella IX edizione del Premio Ugo Becatini in collaborazione con l’Emilia Romagna Festival. Erano gli anni nei quali la Fondazione di Rocca San Casciano aveva avviato la collaborazione iniziata nel 2006 con il direttore del prestigioso festival romagnolo, Massimo Mercelli, per una serata celebrativa del premio che ogni anno veniva conferito ad un eccellente esponente del mondo della musica. I concerti organizzati, come già detto, sono rimasti nella memoria di molti, essendo state le principali attrattive del territorio per il calibro dei musicisti invitati. Nella serata che ha preceduto il concerto, nella conferenza stampa tenutasi nel solarium del Grand Hotel di Castrocaro Terme, il maestro fu accolto con entusiasmo dai giornalisti locali, seppure il gradimento non tradiva l’elegante compostezza e formalità del carattere riservato di Morricone, sempre accompagnato dall’amata moglie. 


Ennio Morricone era una persona straordinariamente colta e lo si capiva fin dalle prime parole: in quella serata dalla prima citazione che fece relativamente al santo martire Cassiano che ispirò il nome della cittadina dell’Appennino che ospitava il concerto nella sera successiva. Dopo aver apprezzato l’invito all’evento organizzato in Romagna - terra nella quale dichiarò di trovarsi a suo agio - e aver proposto una breve presentazione della sua attività di compositore, le domande dei giornalisti sono state dedicate in gran parte alla sua attività professionale da un punto di vista generale. Convinta che la differenza è frequentemente nei particolari chiesi, invece, nelle mie domande ciò che era indispensabile sapere per un giovane che desiderava intraprendere la carriera del compositore di musica e la risposta si spinse negli aspetti tecnici e non fu affatto deludente: avendone comprese le reali capacità con confronti importanti con veri maestri occorreva intraprendere seri studi presso i migliori Conservatori di Musica e conoscere a fondo la composizione e la musica. La stessa operazione che compie un bravo artista: i più noti e quelli di maggior talento hanno unito la propria conoscenza tradizionale acquisita negli studi all’Accademia, precedentemente presso altrettanto validi maestri o scuole, con l’originalità che consentiva di superare le regole senza evaderle per raggiungere risultati sorprendenti. Il processo del compositore non è dunque diverso da quello del pittore, dello scultore, dell’incisore, ecc. L’arte in questo unisce tutte le discipline. L’approfondita conoscenza permette la ricerca della novità, considerando anche una determinata predisposizione personale e dedizione all’attività musicale, con un impegno quotidiano e concentratissimo, talvolta straordinario. In quell’occasione la presenza silenziosa della moglie non aveva generato domande, perché tutta l’attenzione era concentrata su Ennio Morricone, ma sarebbe stato interessante sapere della vita a fianco di un grande compositore; 13 anni fa non pensavamo ancora all’ultimo saluto al Maestro e all’ultimo pensiero d’amore espresso per lei sul letto di morte.


Nella serata, in un clima maggiormente rilassato il maestro si sciolse in maggior agio cercando di conoscere di più il territorio: il Comitato per i festeggiamenti del Millenario della basilica di Sarsina dedicata a San Vicinio gli aveva già commissionato nella fase iniziale una cantata per voce recitante, flauto e coro su testo di Francesco de Melis che si doveva eseguire nell’anno successivo nel 2008 a Sarsina. Era nel programma del compositore portarla nella tournée del 2009 facendola conoscere al grande pubblico e spiegammo l’importanza della basilica sulle colline cesenati, specializzata nella liberazione nell’esorcismo attraverso il collare miracoloso. Nel racconto delle caratteristiche della Romagna, giustamente rimanendo in tema musicale, proponemmo Romagna Mia. Con attenzione Morricone ascoltò l’esibizione dei giornalisti apprezzando il walzer storico che non conosceva.


Il concerto la sera successiva, presentato dalla giornalista del TG2 Carmen Lasorella, si svolse di fronte ad una platea di 1300 persone nella piazza Garibaldi e il maestro Morricone diresse l’orchestra Roma Sinfonietta, che maggiormente considerava di qualità per le buone esecuzioni delle sue composizioni. L’evento si concluse con applausi scroscianti e tre bis richiesti da un pubblico incantato dall’ascolto dei brani più famosi. Anche la presenza di Ennio Morricone lasciò un segno, che ci permette dopo 13 anni di poterlo ricordare e ringraziare dal nostro territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Forlì bella

Mi diverto con la cultura e per questo passo molto tempo a conoscere il bello delle cose, vedendo, osservando, cercando di capire il come. Sono laureata in Storia dell’Arte e in Scienze Religiose. Insegno, disegno, canto, sono giornalista e amante dei viaggi e della fotografia. Colleziono befane perché sostengo la loro bellezza nella bruttezza. Amo raccontare la cultura e per questo scrivo, riempiendo il tempo libero di chi vuol leggere le mie teorie

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento