Forlì bella

Forlì bella

Le bellezze di Forlì per la promozione turistica della costa

Con il famoso comico televisivo Paolo Cevoli è iniziata da circa un mese la promozione delle spiagge romagnole passando dalle bellezze forlivesi. Lo scopo di Cevoli è riportare il turismo sulla costa romagnola dopo l’epidemia da Coronavirus, ma è interessante notare che le più belle immagini paesaggistiche che ha scelto sono quelle del nostro territorio

Sono sul web da ormai un mese i cortometraggi che raccontano alla maniera del noto comico televisivo Paolo Cevoli le caratteristiche delle spiagge romagnole. L’aspetto insolito ed interessante è che per la promozione della bellezza il noto comico riccionese ha scelto il territorio forlivese, specialmente il balcone della Romagna a Bertinoro. Accompagnato dalla immancabile melodia di Romagna mia affronta vari aspetti del territorio: dalla cucina tipica con la piadina farcita, al Sangiovese al pesce arrostito. Ma è soprattutto dalle finestre del Comune di Bertinoro che Cevoli si fa vedere sia in posture che incrementano la simpatia del personaggio, sia per l’illustrazione della bella piazza che si affaccia sul migliore panorama della Romagna. 

Costruito per antitesi, tra ciò che rappresenta l’immagine tradizionale locale e la modernità, è girato per lo più con un cellulare e con le inquadrature che mostrano l’impegno alle distanze. I temi toccati sono quelli del cibo tipico, dell’immagine del bagnino, dei miti della spiaggia e della Romagna in generale. Pensato per invogliare i clienti a tornare nell’estate post epidemia da Coronavirus, rappresenta un prodotto di divulgazione già sperimentato per l’attore comico. Sempre commentato in maniera sintetica, così come il romagnolo tradizionale concepisce la semplificazione dei concetti, esprime l’allegria dell’atmosfera locale, mentre gli elementi della bellezza naturalistica costituiscono uno sfondo rilevante.

L’operazione è interessante perché è costruita sempre per contrapposizioni: ossia per la promozione della costa si divulgano le bellezze dell’entroterra. Dal mare alle colline, insomma la promozione turistica riguarda la completezza della Romagna.  Fino ad ora le puntate che vanno in onda su Facebook tutti i giovedì sera nella pagina di Cevoli hanno riguardato i temi della ripartenza e scorrendoli si possono ripercorrere le tappe che hanno caratterizzato il ripensamento della stagione estiva in una regione che prima dell’epidemia aveva già destinato l’attenzione al territorio completo, offrendo molte alternative all’immagine della Romagna legata prevalentemente alla riviera. Abbiamo già parlato in altre puntate del buon apprezzamento anche dell’offerta turistica forlivese, composta di Beni Culturali, storia, cammini legati ai principali santi della storia del cristianesimo, le vallate con le meraviglie naturalistiche, gli antichi borghi e i conventi segni della presenza monastica fin dal Medioevo. 

L’idea di evidenziare “quello che non ha nessuno” come detto da Cevoli nei suoi cortometraggi rappresenta l’intenzione di valorizzare l’originalità, seppur i ritmi della vita abbiano avuto un necessario cambiamento senza togliere nulla all’offerta turistica. Le immagini proposte dal comico, di puntata in puntata, raccontano dei preparativi, dall’inizio della stagione fino ad ora che tutto è pronto per ospitare i turisti; dell’incertezza, della riflessione, dell’ottimismo che il poeta Tonino Guerra aveva portato in un famoso spot pubblicitario diventando uno slogan apprezzatissimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Romagna offre una cultura vasta: dall’arte all’archeologia, dalla musica da ballo ai drammaturghi di teatro, dalla cucina alla cinema, insomma una completezza che Cevoli racconta ma sempre nelle contrapposizioni: se infatti, da tempo alla proposta culturale si sono affiancati studi altrettanto importanti per una competenza appropriata che riconosce il giusto valore agli ambiti, la semplicità di quel romagnolo sopravvissuto solo con Cevoli racconta nell’essenzialità e nella semplicità del linguaggio non sempre adatto ad esprimere i contenuti, privo della conoscenza delle parole adatte, ma esprimente nella sua inadeguatezza un’importanza che riconosce il valore delle cose intuite. Bisognerà vedere se le più di 2000 condivisioni a puntata porteranno veramente la Romagna alla ripresa, se la ripartenza sul modello di Cevoli centrerà l’obiettivo del turismo in Romagna, dopo la pandemia e in tempi ancora incerti ed immersi nella riflessione sul cambiamento permanente o sulla ripresa della tradizionali normalità negli anni a venire.

Forlì bella

Mi diverto con la cultura e per questo passo molto tempo a conoscere il bello delle cose, vedendo, osservando, cercando di capire il come. Sono laureata in Storia dell’Arte e in Scienze Religiose. Insegno, disegno, canto, sono giornalista e amante dei viaggi e della fotografia. Colleziono befane perché sostengo la loro bellezza nella bruttezza. Amo raccontare la cultura e per questo scrivo, riempiendo il tempo libero di chi vuol leggere le mie teorie

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento