Forlì bella

Opinioni

Forlì bella

A cura di Serena Vernia

Musica, sentieri, ricordi per don Dario Ciani

Le iniziative a ricordo di don Dario Ciani nel sesto anniversario dalla morte sono state come ogni anno frequentatissime di persone che conoscevano il prete, che vide nella collina di Sadurano la seconda opportunità per il riscatto della vita

Dopo 6 anni dalla salita al cielo di don Dario Ciani l’Associazione “Amici di don Dario” continua ad organizzare eventi in ricordo del prete che nella collina di Sadurano vide il riscatto della vita per i bisognosi di una seconda opportunità sociale. Il lavoro di assistenza spirituale che ha svolto per molti anni presso il carcere di Forlì, ruolo ricoperto da don Enzo Zannoni alla scomparsa di don Ciani, portò don Ciani a creare nel tempo una comunità sulla collina di Sadurano, che divenne un luogo frequentato anche per mostre di artisti locali e per la gastronomia con i prodotti coltivati nei terreni circostanti e alcuni allevamenti. Restaurando la piccola chiesa Sadurano aveva ripreso vita con un progetto che aveva ideato don Ciani, per il quale alcuni artisti di Forlì avevano creato la Via Crucis con formelle in terracotta per la Passione del venerdì Santo che si svolgeva per tappe nelle stazioni lungo la strada che giungeva fino alla chiesa in cima al colle. Sono tante le tracce di arte contemporanea che sono state lasciate a Sadurano, con la generosità degli artisti e di alcuni estimatori volenterosi.


Si festeggia anche un altro anniversario quest’anno: l’edizione trentennale del festival “Sadurano Serenade” diretto da molti musicisti noti nel panorama musicale internazionale, ultimo dei quali è il flautista forlivese Yuri Ciccarese. La rassegna di musica da camera è in pieno svolgimento, con i primi concerti che si sono tenuti il 4  ed il 25 luglio e proseguiranno nella chiesa di San Filippo Neri a Forlì nei tre giovedì (16, 23, 30) di Settembre. Il festival è divenuto nel tempo un punto di riferimento nel territorio, con concerti interessanti di musica classica, con ensamble di musicisti di notorietà internazionale, proposti e ricercati dal Direttore Artistico Ciccarese. Per molti anni il Festival si è svolto a Sadurano, nelle ultime edizioni sono state valorizzate le Pievi del territorio come location suggestive e adatte all’ascolto senza amplificazione, ma nell’edizione di quest’anno si è deciso nell’osservanza delle regole anti-Covid di optare per gli spazi all’aria aperta come l’Arena San Domenico e nelle chiese di vaste dimensioni, per non ridurre drasticamente il pubblico di affezionati e di appassionati che segue il festival con molto interesse.


Un'altra novità arricchisce la ricorrenza dedicata a don Dario Ciani nell’estate 2021: l’inaugurazione del cammino naturalistico da Sadurano a Castrocaro che si è svolta sabato scorso, con successo di pubblico amante del trekking. Il “Sentiero di don Dario” è un giro ad anello di 10 chilometri con un dislivello di 350 metri, che si percorre in circa 3 ore. Il percorso passa per il Monte della Birra, poi oltrepassa il guado sul fiume Montone-Molino di Montecchio per giungere al parco della Sorgara e a Castrocaro da dove si riparte per tornare di nuovo a Sadurano.


Tutta l’attività di don Dario Ciani è stata raccolta nel volume che racconta di Sadurano, che non dovrebbe essere abbandonata ma continuare a vivere nel ricordo dell’attività pioneristica del prete che seppe vedere nella collina abbandonata con una chiesa e una casa rurale una risorsa per il riscatto della vita. Il restauro compiuto negli anni aveva permesso che la vita sulla collina prendesse un nuovo significato, con una frequentazione attiva da parte di molti forlivesi che condividevano e sostenevano il progetto sociale di don Dario. Le attività sociali con i carcerati per il reinserimento nella società sono continuate con altri progetti importanti e sempre più complessi, portati avanti dal nuovo cappellano del carcere don Zannoni, in collaborazione con la diocesi di Forlì-Bertinoro e altre istituzioni locali, con una sensibilizzazione nella città per rendere sempre meno anonime e sconosciute le necessarie operazioni di reinserimento sociale delle persone con una esperienza in carcere.
 

Si parla di

Musica, sentieri, ricordi per don Dario Ciani

ForlìToday è in caricamento