Mangiar bene s'impara!

Mangiar bene s'impara!

Dal sesso alle maratone tv, dall'abbuffate alle serate alcoliche: quando il tanto diventa troppo, in una parola "binge"

Sia che si tratti di sesso, di tv, di cibo o di alcool il "tanto preso tutto insieme" diventa troppo, anche a discapito della salute

Ciao amici, oggi tema molto caldo e spinto, ma col freddo bisogna un po’ scaldare le nostre giornate no? E così ho pensato di affrontare un argomento un po’ delicato, ma so che molti di noi ne soffrono. Sia che si tratti di sesso, di tv, di cibo o di alcool il "tanto preso tutto insieme" diventa troppo, anche a discapito della salute. Mi sono fermata ad osservare i comportamenti che ultimamente si stanno propagando in questa società e li trovi sempre più "ossessivi". Chi non si è messo a guardare una delle tante serie tv presenti su una piattaforma online fino a tarda notte?  Credo che in molti si sentano chiamati in causa e ricorderanno delle tante ore di sonno perse. Oppure chi ha iniziato da un cracker per poi ritrovarsi a finire tutta la dispensa come chi da un semplice shortino si è poi ritrovato a chiamare un taxi perché non riusciva più a tornare a casa. Tutti gli esempi sono eventi di "binge". 

Il "binge eating" accade quando si è particolarmente stressati, frustrati e delusi. Una tantum può accadare, ma è sbagliato se diventa cronico. Per cronico intendo una volta a settimana, per almeno 3 mesi, si assumono grandi quantità di cibo in poco tempo. E’ un disturbo da alimentazione incontrollata, riconosciuto a livello psichiatrico. Si mangia di nascosto per evitare imbarazzi e dopo aver concluso si hanno i sensi di colpa, ci si sente tristi e ansiosi. Perché accade? Spesso diete drastiche, scarsa autostima, relazioni familiari problematiche , un lutto o anche familiarità con l’evento possono portare a questo disturbo. 

Il "binge drinking" accade soprattutto nel weekend, con amici o a casa da soli. Si tratta di abbuffata di alcool quando si assumono più di cinque drink in un intervallo di 2-3 ore. Può dare problemi neurologici, cardiaci e gastrointestinali , portando poi al malfunzionamento del fegato , incidenti stradali e contrazione di malattie sessuali.  Studi hanno dimostrato che spesso "Il bere cosi tanto "sia per uniformarsi al gruppo che si frequenta, per anestetizzare emozioni difficili da gestire, per noia, solitudine e bisogno di evadere dai problemi. 

Il "binge watching" è un’abbuffata recente, non ha nulla di pericoloso in confronto alle altre, se non per le conseguenze di una notte insonne, come maggiore irritabilità, minor rendimento sul lavoro o a scuola a causa della minor concentrazione. Secondo Netflix si tratta di “maratona” quando si guardano in maniera consecutiva dalle 2 alle 6 puntate. Si può trasformare poi, nei casi più gravi, in una propria e vera esigenza che impedisce di compiere le normali attività quotidiane.  Abbuffarsi di serie tv spesso è collegato alla necessità di non voler sentire emozioni negative, il non voler pensare e il bisogno di isolarsi dagli altri.

Il "binge sex" succede. Ci sono persone che fanno vere e proprie maratone di sesso per anche tre giorni con partner diversi con annesso uso di sostante dannose per l’organismo, come le metanfetamine. I rischi sono enormi perché si ha un aumento del battito cardiaco, il blocco di ogni freno inibitore, la privazione del sonno e della fame. Ovviamente le malattie sessuali sono all’ordine del giorno in questi casi, come l’Hiv, la sifilide e la gonorrea. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che cosa fare? Il mio suggerimento è quello di parlarne con un medico, psicologo, psichiatra al fine di poter intervenire sul problema di fondo, perché sicuramente ce ne è uno. Riconoscere di soffrirne non è una sconfitta, anzi, è la dimostrazione di conoscersi e voler uscire da una situazione che ti sta danneggiando. 

Mangiar bene s'impara!

Sono Claudia, amo la cucina, il fitness, l'alimentazione e seguo uno stile di vita sano e attivo. La mia giornata si articola fra un bilanciere, un circuito hit , i fornelli e una ciotola di avena. Mi piace informarmi, studiare e curiosare fra libri, video e blog di nutrizione. Le diete? Quelle famose provate tutte! Per giungere a quale conclusione? Che il nostro benessere comincia a tavola ! La ricetta segreta? 100 grammi di determinazione, 50 grammi di amore, 30 grammi di inventiva, 10 grammi di capacità e un pizzico di sana follia! Ed è grazie ad essa che ho aperto la FIT BAKERY a Forlì. E la vita cominciò con un peccato di gola ...!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento