rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Mangiar bene s'impara!

Mangiar bene s'impara!

A cura di Claudia Cecere

Sfatiamo il mito dell'integrale: da solo non basta!

Giustamente tutti prediligono, o dovrebbero farlo, i cibi integrali rispetto a quelli raffinati. L’errore sta nel pensare che visto che è integrale possiamo mangiarne di più

Giustamente tutti prediligono, o dovrebbero farlo, i cibi integrali rispetto a quelli raffinati. L’errore sta nel pensare che visto che è integrale possiamo mangiarne di più.  Ricordatevi che un cibo disidratato, come i cereali, è calorico a prescindere che sia integrale oppure no.  Si dice che i nostri nonni mangiavano meglio (pensiero in parte falso) perché mangiavano alimenti meno lavorati (questo invece è vero) . La vera differenza sta nel fatto che loro si muovevano molto di più. Credetemi: è meglio fare più sport e mangiare raffinato che esser sedentari e mangiare integrale! L’ottimale sarebbe unire entrambe le cose. 

Se cerchiamo di saziarci di più introducendo più fibre e minerali, mangiare del semplice riso raffinato con delle verdure come sugo apporta gli stessi benefici, se non di più, del riso integrale. Con questo non voglio demolire uno stile di vita che prediliga alimenti integrali ( che dovrebbero esser consumati quotidianamente) ma semplicemente non illudere che basta solo questo per migliorare la propria costituzione corporea. Tra l’altro nella crusca sono contenuti anti-nutrienti che chelano i minerali. 

Se pensate che sia l’Indice Glicemico la soluzione per perdere qualche centimetro di giro vita, sappiate che esso è influenzato dalla quantità di fibre per ultimo. Prima viene influenzato dalla quantità di amido, dalla cottura e dal quantitativo glucidico (di carboidrati).

Quando acquistate dei cereali non raffinati assicuratevi di prenderli biologici, perche i pesticidi agricoli si accumulano nella parte esterna del chicco, che essendo integrale viene lasciata intatta. Inoltre , molte aziende raffinano la pasta per poi introdurre la crusca a parte per renderla integrale ( più fibre). Costituiscono invece sempre un’ottima scelta quinoa, amaranto e avena, venduti sempre grezzi. Detto ciò  EQUILIBRIO , MODERAZIONE e VARIETÀ rappresentano la chiave per mantenere uno stile di vita sano.

Si parla di

Sfatiamo il mito dell'integrale: da solo non basta!

ForlìToday è in caricamento