Sabato, 16 Ottobre 2021
Mollo tutto e vado via

Opinioni

Mollo tutto e vado via

A cura di Michelangelo Pasini

Mettersi in gioco in viaggio: per due settimane faremo i muratori in Croazia!

Viaggiare per noi non significa solamente vedere l'ennesimo tempio e l'ennesimo museo, ma è un'occasione di crescita e confronto, su molti livelli.

Dopo una decina di giorni in giro per decadenti e dimenticate località marittime croate abbiamo preso tre autobus nel giro di poche ore per arrivare a Brocanac, un paese a quindici minuti di macchina dai famosissimi Laghi di Plitvice. Ad aspettarci Catarina e Chiel, grazie ai quali stavamo per fare la nostra prima esperienza con il sito www.helpx.net (ne abbiamo parlato in questo articolo). Io, Michelangelo, non stavo nella pelle: mi sarei finalmente messo in gioco, pronto per imparare a svolgere tanti nuovi lavori manuali. Con Elisa infatti avremmo dovuto aiutare nella costruzione della guest-house che i nostri due nuovi amici avrebbero dovuto aprire da lì a pochissimi mesi. Il motivo di tanta eccitazione è presto detto: figlio unico, viziato e coccolato da una famiglia decisamente premurosa, non ho mai imparato ad usare le mani. Anzi, a detta di tanti, le pochissime volte che mi ci cimentavo risultavo parecchio goffo! Ecco quindi l’occasione che aspettavo!

Ma i motivi di eccitazione non finivano qui: avremmo condiviso la casa e il lavoro con Katherine e Chiel, la cui storia parte dal Kenya e prosegue sulle montagne della Croazia, e con altri volontari da ogni parte del mondo.

Ci vediamo a Brocanac, hanno scritto Catarina e Chiel quando ancora eravamo in Italia. Mai sentito nominare. Ignoranti noi, pensiamo. Ma quando nessuno in Croazia sapeva dirci quale autobus prendere per arrivare iniziamo a capire: Brocanac è in realtà molto meno di un piccolo paese; è una strada sterrata dove si affacciano una decina di case, quasi tutte in legno, con ogni sorta di animale a brucare e gironzolare in giardino. In un modo o nell’altro comunque arriviamo e facciamo conoscenza con i nostri compagni d’avventura: siamo nove e rappresentiamo sei diverse nazioni. Io ed Elisa l’Italia, Jacqueline e Joli sono Australiani, Simon e la sua ragazza vengono dal sud della Francia, Nicole è americana (o meglio, nata in Bolivia, cresciuta in California, poi ha studiato in Scozia), mentre i due padroni di casa, Chiel e Catarina, vengono rispettivamente dal Kenya e dall’Olanda. A parte loro due, anche tutti gli altri sono semplicemente in viaggio. I ragazzi australiani stanno pedalando in est Europa da mesi e non sanno quando e come torneranno a casa. La coppia francese si sposta con un furgoncino da tanti anni, alternando periodi di relax a settimane di lavoro con Helpx. Nicole si divide tra Sud America, Europa e Stati Uniti.

Siamo tutti qui per aiutare Chiel e Catarina a realizzare un sogno, quello di partire dal Kenya con pochissimi soldi in tasca e costruire alcune guest-house in Croazia. Per farlo hanno scelto una location sconosciuta ai più ma pazzesca: Brocanac sarà anche un villaggio sperduto nelle campagne, ma è vicinissimo ai Laghi di Plitvice, un parco naturale che ogni anno attira oltre un milione di turisti. Una volta terminati i lavori i clienti non mancheranno di certo.

C’è però un problema, un bel problema: non hanno molte risorse per costruire ciò che desiderano. Non solo: la loro esperienza nel fai-da-te non basta per costruire una casa da zero.

Come fare? Si compra un po’ di materiale edile, si guardano tantissimi tutorial su internet e si iniziano ad usare immaginazione, creatività e fantasia; infine, ci si rivolge alla rete e a quella splendida cosa che è la sharing-economy, per trovare volontari da ogni parte del mondo, che vogliano incontrarsi, lavorare e nel frattempo condividere la propria esperienza.

Per alcuni viaggiare è semplicemente mettere l’ennesima spunta dopo aver visitato l’ennesimo museo nell’ennesima città, per altri è aiutare persone che non si conoscono ad inseguire quella che sembra una follia totale: costruire un ostello a mani nude. Mettendosi alla prova, imparando per necessità a fare i muratori, sbagliando o e conoscendo ragazzi e ragazze da ogni angolo del mondo.

Continuate a seguire le nostre avventure anche su:
Facebook: www.facebook.com/2backpack
Sito: www.2backpack.it

Si parla di

Mettersi in gioco in viaggio: per due settimane faremo i muratori in Croazia!

ForlìToday è in caricamento