Mollo tutto e vado via

Opinioni

Mollo tutto e vado via

A cura di Michelangelo Pasini

L'ultimo treno della notte: perdere il treno per tornare a casa a Tokyo

A Tokyo, come nelle altre grandi città giapponesi, le metropolitane chiudono intorno a mezzanotte. Se si perde l'ultimo treno della notte tornare a casa sarà praticamente impossibile. Come sopravvivere a una notte nella megalopoli del Sol Levante?

In Giappone le metropolitane delle grandi città non sono aperte 24 ore su 24. Può sembrare strano per un paese dove ci sono supermercati, ristoranti e locali che non chiudono mai e soprattutto per una nazione in cui alcuni agglomerati urbani come quello di Tokyo raggiungono i 38 milioni di abitanti. Gran parte di queste persone non vivono in centro, ma nelle periferie o addirittura in città che sono sorte intorno alla megalopoli capitale del Sol Levante. Spesso però gli uffici e le aziende hanno sede nei quartieri più centrali: questo significa che chi abita fuori ogni mattina deve prendere la metropolitana e sorbirsi anche due ore di viaggio per arrivare al lavoro. Se poi alla sera vuole andare a bere una birra con gli amici o al ristorante con la famiglia lo fa prima di tornare a casa.

Ma come succedeva a Cenerentola, deve essere particolarmente puntuale perché allo scattare della mezzanotte (in realtà ogni linea ha orari di chiusura diversi, in alcune l'ultima corsa è intorno alle 00,30) parte l'ultimo treno della notte, la sola occasione per tornare a casa e non dover rimanere fuori a dormire.

Ma sono tutti così attenti da non perderlo mai? Ogni sera milioni di persone di tutte le grandi città del Giappone riescono a salire sulla metropolitana che li ricondurrà nel loro letto? Certamente no: una percentuale, spesso neanche tanto piccola, farà tardi e vedrà partire l'ultimo treno davanti ai propri occhi, lasciandoli a piedi a una cinquantina di chilometri da casa.

Il taxi è la prima soluzione che può venire in mente. C'è però da considerare che prenderlo per una quindicina di chilometri può costare sui 50 euro. Provate a capire quanto possa pesare sul portafoglio di chi deve percorrerne almeno il doppio, forse il triplo.

Taxi: scartato.

E quindi? Nelle soluzioni che adottano coloro che perdono l'ultimo treno della notte (e fidatevi, sono tanti, considerato anche quanto sono abituati a bere durante le serate agli izakaya - locali simili ai nostri bar o pub) troverete la risposta alla domanda che tanti stranieri si fanno, ovvero "perché non estendere l'orario di apertura della metropolitana e farle girare 24 ore su 24?

Il motivo (o meglio uno dei motivi) per cui anche in una città come Tokyo la metropolitana chiude intorno a mezzanotte è legato all'economia che è nata e fiorisce intorno all'ultimo treno della notte, o meglio a chi questo treno lo perde. Stiamo parlando di attività che con l'estensione dell'orario della metro sarebbero costrette a chiudere o almeno vedrebbero ridotto il loro fatturato.

Come passare le 5-6 ore che separano lo sfortunato lavoratore dal primo treno della mattina? 
Vediamo quindi quali sono le soluzioni per chi non riesce a tornare a casa, dalla più costosa alla più economica:

- Albergo: dormire in hotel in pieno centro in una città come Tokyo (dove solitamente si va a trascorrere una serata tra bar e ristoranti) è costosissimo, soprattutto se ci si presenta alla reception all'una di notte senza aver prenotato. Uno scherzetto che costa dagli 100 euro in su.

- Hotel a ore: chiamati solitamente Love Hotel, perchè sono gli alberghi dove vanno le coppie per passare un paio d'ore in intimità, affittano le camere anche a tempo, senza bisogno di passarci tutta la notte. I costi si aggirano intorno ai 20-30 euro all'ora.

- Capsule Hotel: cosa siano i capsule hotel l'abbiamo detto la settimana scorsa in questo articolo. In ogni caso, si tratta di quelli che in Italia si conoscono come bare loculi, ovvero moduli da un metro per due dove dormire a buon prezzo. I capsule son ben distribuiti in centro città e nascono proprio per ospitare chi ha perso l'ultimo treno della notte. Si spendono dai 15 ai 40 euro.

- Manga Kissa: se i capsule hotel sono un fenomeno davvero interessanti, i Manga Kissa lo sono ancora di più. Detti anche Manga Cafè, sono locali che nascono ufficialmente per leggere manga. Solitamente sono divisi in piccoli spazi privati (quasi delle stanze) dove troverete sedie reclinabili, una scrivania e un computer con cui navigare su internet. Nelle zone comuni c'è un'ampia selezione di manga tra cui scegliere (tutti in Giapponese, sorry) e distributori di bevande calde e ghiacciate. Gran parte dei giapponesi ci vanno per trascorrere qualche ora e riposare, lontani dall'affollamento delle strade del centro. Di notte chi ha perso il treno arriva qui, sta al caldo, sdormicchia sulla poltrona in totale privacy e spende non piu di 15-20 euro per una notte.

- Karaoke: in Giappone il karaoke è un'attività popolarissima. Un tempo a spopolare erano i karaoke bar, ovvero una sorta di pub dove si va per bere e cantare, spesso insieme a tutte le altre persone del locale. Oggi nella città più moderne si affittano delle stanze private capaci di ospitare diverse persone, dove si canta e beve con gli amici. È sorprendente sapere che, visto che sono aperti tutta la notte, alcune persone non li sfruttino per il loro vero scopo, ma ci dormano dentro. Il costo per tuta la notte è intorno ai 20 euro a testa, conveniente se riuscite a dividere la stanza con amici che come voi hanno perso il treno.

- Locali e ristoranti aperti 24 ore su 24: appena arrivati in Giappone (ma anche in Cina, per esempio) noterete che addormentarsi ovunque è una pratica comune; in metropolitana, al ristorante, alla fermata dell'autobus, tutti schiacciano un pisolino. Per questo non è raro che dopo mezzanotte in alcuni locali ci siano persone che ordinano qualcosa da mangiare e poi si mettano a dormire con la testa appoggiata al tavolo. Uno dei posti preferiti dove passare la notte senza prendere una stanza d'albergo è un qualsiasi MacDonald's, nel quale raramente sarete svegliati dal personale che vi intimerà di uscire. E se succedesse, potrete sempre cercare un'altro locale nei dintorni, consumare una bevanda e riposarvi altre due orette. Così facendo la mattina arriverà presto e avrete speso 5-6 euro in tutto.

Continuate a seguire le nostre avventure:
Blog: www.2backpack.it
Facebook: www.facebook.com/2backpack

Si parla di

L'ultimo treno della notte: perdere il treno per tornare a casa a Tokyo

ForlìToday è in caricamento