La fibra ultraveloce entra nelle case e negli uffici. Partiti i lavori di riasfaltatura delle strade

Sono stati realizzati anche i primi collegamenti infrastrutturali nel centro storico di Forlì, in particolare in Viale Armando Diaz, via Guglielmo Oberdan e Corso della Repubblica

Proseguono in diverse aree della città i lavori di Open Fiber per realizzare una nuova infrastruttura in modalità FTTH (Fiber To The Home), che attraverso 63mila chilometri interamente in fibra ottica collegherà oltre 43mila Unità immobiliari e attività produttive di Forlì alla banda ultra larga, grazie ad un investimento privato di circa 15 milioni di euro. Procede intanto il piano di riqualificazione delle superfici stradali già interessate dagli interventi di infrastrutturazione e di installazione della rete di Open Fiber. Dopo aver ripristinato diverse arterie della zona industriale e del quartiere Coriano, da questa settimana il cronoprogramma prevede l’asfaltatura di via Fontanelle, via Carlo Seganti, via Luciano Montaspro, via Zambianchi, via Aldo Spallicci, via Cerchia e via Clemente Monari. 

In queste aree le imprese che operano per conto della società partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cassa Depositi e Prestiti, dopo aver realizzato i lavori per la posa della fibra ottica, hanno effettuato i ripristini provvisori secondo quanto previsto dalle norme tecniche. Tali lavorazioni, viene spiegato, caratterizzate da una striscia di malta rossa cementizia, "sono soggette a stagionalità e possono deteriorarsi in presenza di precipitazioni atmosferiche, ma sono indispensabili per far sì che il terreno si assesti correttamente". In seguito al consolidamento del terreno– di norma entro 90 giorni – si procede con un ripristino definitivo del manto stradale attraverso autorizzazione dell’amministrazione comunale. Parallelamente, come da convenzione siglata lo scorso anno tra il Comune di Forlì e Open Fiber, continua il piano di lavorazioni per collegare alla banda ultra larga diversi quartieri della città. Mentre sono in fase di ultimazione gli interventi nel Quartiere Ronco, questa settimana i lavori riprenderanno in zona Foro Boario (via Pandolfa, via Ravegnana, via Col di Lana), in zona Romiti (viale Bologna, via Consolare, via Sapinia, via Tevere, via Locchi, via Nervesa) e in via del Portonaccio.

Sono stati realizzati anche i primi collegamenti infrastrutturali nel centro storico di Forlì, in particolare in Viale Armando Diaz, via Guglielmo Oberdan e Corso della Repubblica. La rete di Open Fiber consentirà a cittadini, Enti e imprese di navigare fino ad una velocità di connessione di 1 Gigabit al secondo, assicurando prestazioni non raggiungibili con gli attuali impianti in rame o misti fibra-rame. "I lavori in città stanno proseguendo in maniera spedita e seguiti con attenzione dai nostri tecnici, dagli uffici tecnici comunali e dall’amministrazione - sottolinea la City Manager Open Fiber di Forlì, Rossana Bonfitto -. L’infrastruttura in FTTH per definizione è pensata per arrivare in tutte le abitazioni ed è quindi fondamentale anche la risposta degli amministratori di condominio, perché possano facilitare il cablaggio degli edifici interessati. Il nostro obiettivo è ridurre al minimo i disagi per i cittadini, per questo quando possibile utilizziamo per la realizzazione delle nostre dorsali le infrastrutture esistenti. Il nostro è un progetto capillare e presto i forlivesi potranno verificare la disponibilità della copertura dell’FTTH e l’accesso ad una connessione rapida, sicura e a prova di futuro che consentirà a tutti di fruire dei servizi innovativi della Pubblica Amministrazione fino a telelavoro e lo streaming online".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Top per la cucina: le 10 alternative più gettonate

  • Cinque soluzioni incredibili per trasformare il sottoscala

  • Tutto il glam degli anni '80 in casa

Torna su
ForlìToday è in caricamento