Subentro e voltura delle utenze domestiche: qualche consiglio pratico

Qual è la differenza tra voltura e subentro? A chi bisogna rivolgersi? E sopratutto: quanto costano? Ecco le cose da sapere

Immagine di archivio

Affrontare un trasloco si sa non è cosa facile e una delle prime faccende da sbrigare riguarda il subentro o la volturazione delle utenze, ed in particolare quelle di luce e gas. Come prima cosa bisogna specificare che con il termine voltura si intende il passaggio del contratto di fornitura da un cliente a un altro senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica o di gas, mentre il subentro è l'attivazione della fornitura da parte di un nuovo cliente in seguito alla cessazione del contratto del cliente precedente.

In poche parole con la voltura l’utenza cambia semplicemente intestatario, mentre in caso di subentro ci sarà l’attivazione di un nuovo contratto. Va da sé che in termini di tempi e costi la voltura sia solitamente più conveniente del subentro . Se dovete eseguire una voltura il consiglio è quello di rivolgervi direttamente alla società erogatrice del servizio, in quanto ogni operatore prevede una proceduta differente.

Di solito per richiedere una voltura è sufficiente fornire i seguenti documenti

Indirizzo dell’immobile 

Matricola del contatore

I dati personali del richiedente

Dichiarazione firmata congiuntamente dal richiedente e dal vecchio intestatario delle volture per la sottoscrizione della lettura del contatore

Codice POD e/o codice PDR rispettivamente, di energia elettrica e gas.

QUANTO COSTA LA VOLTURA DELLE UTENZE?

Come si legge sul sito dell'Autorità dell'energia elettrica e gas (Aeeg) i i costi cambiano a seconda che il mercato di riferimento sia libero o tutelato e del tipo di utenza. 

UTENZE ELETTRICHE NEL MERCATO LIBERO

Contributo fisso di 27,59 € per oneri amministrativi;
Addebito dei costi per la prestazione commerciale come indicato nei singoli contratti.
L’esercente può inoltre chiedere al cliente un deposito cauzionale (o altra garanzia) e il pagamento dell’imposta di bollo (16,00 €), se previsto dalla normativa fiscale.

UTENZE ELETTRICHE NEL MERCATO TUTELATO

Contributo fisso di 27,59 € per oneri amministrativi;
Contributo fisso di 23 €;
Imposta di bollo (16,00 €) sul nuovo contratto, come richiesto dalla normativa fiscale. Anche in questo caso l’esercente può chiedervi un deposito cauzionale. 
Per quanto riguarda i costi per la voltura del gas l’esercente può richiedere al cliente di pagare i costi amministrativi e per la prestazione commerciale, come indicato nei singoli contratti di vendita. 

SUBENTRO DELLE UTENZE: COSTI E PROCEDURE

La richiesta per il subentro deve essere presentata  al venditore, il quale entro 2 giorni lavorativi la trasmette al distributore della rete. Per quanto riguarda le utenze elettriche i costi fissi (al netto dell’addebito per la “prestazione commerciale” stabilito dalle singole compagnie) sono sostanzialmente identici a quelli della voltura, mentre per quanto riguarda il gas dipendono dalla società di distribuzione che è tenuta a pubblicarli sul proprio sito Internet. 

OCCHIO AI DEBITI

Prima di effettuare una voltura e un subentro è bene però informarsi sulla situazione contrattuale del precedente inquilino: se risulta moroso e ha delle bollette in sospeso potreste andare incontro a qualche grana. Come riporta l’Aduc, in caso di subentro il problema non si pone perché si tratta di fatto di un nuovo contratto. Con la voltura, al contrario, potreste ritrovarvi addebitati i debiti lasciati da un altro utente. In tal caso tuttavia è doveroso sottolineare che alla luce delle ultime novità di giurisprudenza anche nel caso di voltura, il nuovo intestatario dell'utenza non ha nessun obbligo di accollarsi le morosità pregresse di altro utente.

“Ogni richiesta in tal senso – scrive l’Aduc - costituirebbe un illecito per il quale potrà essere fatta denuncia all'Agcm e una causa contro il fornitore di energia per ottenere l'erogazione ed il risarcimento del danno”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il freddo: come pulire i termosifoni in poche semplici mosse

  • Luce e gas, come risparmiare sulla bolletta in inverno?

Torna su
ForlìToday è in caricamento