menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

130 persone alla cena di beneficenza pro Guatemala

Adottare una casa famiglia in Guatemala. E' questo l'obiettivo della 6° cena della solidarietà "Ciudad de la Felicidad", in programma alle 19.30 di martedì a Forlimpopoli

Adottare una casa famiglia in Guatemala. E' questo l'obiettivo della 6° cena della solidarietà “Ciudad de la Felicidad”, in programma alle 19.30 di martedì a Forlimpopoli, nei locali dell'Istituto Professionale “Artusi”. All'iniziativa hanno aderito 130 persone, fra cui numerose personalità istituzionali, civili e religiose. La cena è finalizzata a raccogliere fondi per la “Ciudad de la Felicidad”, il villaggio per bambini di strada che il forlivese Andrea Francia sta realizzando ad Esquipulas, in Guatemala.

All'evento, promosso dal gruppo di volontari “Città della Felicità” sorto in seno all'onlus “Comitato per la Lotta Contro la fame nel Mondo” parteciperanno 130 persone, fra cui il vescovo di Forlì-Bertinoro monsignor Lino Pizzi, il presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Piergiuseppe Dolcini e del sindaco di Forlimpopoli Paolo Zoffoli. Saranno presenti anche alcuni degli imprenditori forlivesi maggiormente impegnati nel sostegno a Francia: Marino Bandini di “Ceracarta” e i fratelli Silvestrini di “SGM Distribuzione - Marco Polo”.

Grande risalto anche al lavoro svolto dal Gruppo missionario parrocchiale della Cava di Forlì, coordinato da Annarita Federicci, e allo stesso Comitato per la Lotta contro la Fame nel Mondo, in prima linea nell'aiuto finanziario alla “Ciudad”, rappresentato alla cena dal vice presidente Vanni Sansavini. Pezzo forte del convivio sarà proprio l'intervento del vescovo Pizzi, che, avvalendosi di alcune immagini scattate in loco, racconterà della visita pastorale compiuta nel novembre scorso alla “Ciudad de la Felicidad”, in Guatemala, assieme al responsabile dell'Ufficio missionario diocesano don Luigi Burchi.

Il pastore d'anime forlivese ha condiviso per una settimana la vita della “Ciudad de la Felicidad”, il villaggio per bimbi di strada sorto in poco più di quattro anni nella foresta tropicale, al posto di boscaglia e serpenti. Grazie alla solidarietà internazionale, Andrea Francia, laico consacrato nel terz'ordine della “Congregazione Marta e Maria”, ha realizzato 8 delle 10 case famiglia previste in progetto, consentendo a 50 minori da 1 a 16 anni di sfuggire all'abbandono e a sofferenze indicibili. I loro angeli custodi sono 39 religiose fra postulanti, novizie e professe dell'ordine di “Marta e Maria”.

La “Ciudad” vanta anche una chiesetta per la preghiera comunitaria, una biblioteca per ragazzi, una dispensa, un “rancho” (area coperta) per gli incontri pubblici, una cucina comunitaria con forno per il pane e decine di ettari di terreno coltivati a caffè, mais e banane. Ma c'è anche un “taller” di falegnameria già pronto, in attesa di volontari in grado di formare professionalmente i giovani guatemaltechi. Nel recinto della “Ciudad” fervono anche i lavori di costruzione del nuovo monastero, in grado di ospitare le postulanti guatemalteche di “Marta e Maria” nel loro cammino vocazionale. Ma è a buon punto anche l'ospedale, che può contare su benefattori spagnoli, olandesi, italiani e forlivesi. Una volta terminata, la struttura disporrà di 24 posti letto e di un'assistenza sanitaria senza eguali in Guatemala.

Una delle 8 case realizzate, che già accoglie dieci bimbi, è stata pagata proprio dalla carità forlivese. La struttura ha un costo annuo di circa 4mila euro. “Sarebbe bello - dichiara il presidente del gruppo “Città della Felicità” Milena Strocchi - che da Forlì, dopo averla realizzata, riuscissimo anche a mantenerla”. Per contribuire in modo concreto alla fatica umanitaria del missionario forlivese in Guatemala Andrea Francia, è possibile versare un'offerta detraibile sul conto corrente postale 76814102 intestato al “Comitato per la lotta contro la fame nel mondo Onlus, 47100 Forlì - Progetto Guatemala”, causale “Progetto bambini di strada Guatemala - Case Famiglia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento