menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Gesuita, l'assistenza ai disabili compie 30 anni

Esattamente l'8 dicembre 1982 alcuni volontari diedero il via all'accoglienza sia pomeridiana che notturna di persone diversamente abili

Esattamente l’8 dicembre 1982 alcuni volontari, fra cui l’attuale presidente della coop. L’Accoglienza, Gilberta Masotti, insieme a due obiettori di coscienza diedero il via all’accoglienza sia pomeridiana che notturna di persone diversamente abili: fu questo l’avvio delle iniziative solidali che da allora ad oggi si svolgono presso Villa Gesuita, residenza storica settecentesca che fu proprietà anche di Angelo Masini e che fu donata dai suoi discendenti, all’inizio degli anni ’80, alla Parrocchia di S. Pio X in Ca ‘Ossi.

Sono quindi 30 anni che in questo prestigioso contenitore, per volere dell’allora parroco don Natale Mazzari (scomparso in questi giorni) sono maturate tante esperienze di volontariato prima e di cooperazione poi, quando nel 1995 fu costituita la coop. sociale L’Accoglienza. 

Per festeggiare questo importante traguardo la stessa coop. L’Accoglienza, unitamente alla parrocchia, ha organizzato una serie di iniziative: sabato 8 dicembre è previsto un pranzo riservato ai primi volontari ed educatori, mentre martedì 11 dicembre, alle ore 20,45, presso la Parrocchia di Ca’Ossi si terrà un incontro, in collaborazione con ACLI Forlì-Cesena con don Giovanni Nicolini, direttore Caritas di Bologna sul tema “Farsi prossimo”: infine venerdì 25 gennaio, alle ore 21,00 presso il Teatro Testori, andrà in scena lo spettacolo teatrale della Compagna Itinerante dal titolo “Tre con una mano sola”, che sarà introdotto dal prof. Andrea Canevaro (info e biglietti: Villa Gesuita, tel. 66367).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento