menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centodieci e lode dal salotto di casa, Andrea si laurea in Medicina: "Mi aggiorno sul coronavirus"

Andrea Capanni, forlivese di 25 anni, ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia all'Università degli studi di Ferrara con 110 e lode e menzione d'onore della commissione di laurea

Giacca e cravatta, come da cerimonia ufficiale, ma dal salotto di casa. Andrea Capanni, forlivese di 25 anni, ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia all'Università degli studi di Ferrara con 110 e lode e menzione d'onore della commissione di laurea. Ma non potrà intervenire in qualità di medico per dare il suo contributo alla gestione dell'emergenza coronavirus. E' necessaria infatti un'abilitazione di tipo pratico-valutativo mediante tirocinio per potersi iscrivere all'ordine dei medici ed esercitare la professione in maniera legittima.

Immatricolatosi nell'anno accademico 2013-2014, Andrea ha presentato una tesi di tipo sperimentale, redatta e depositata in lingua inglese, dal titolo "Relevance of age and gender in relazione to ultrasonographic, cytological and molecular features in 14746 thyroid nodules: a retrospective study". Il lavoro è iniziato lo scorso agosto: "Ho proceduto all'acquisizione e all'elaborazione dei dati, poi la tesi è stata progressivamente scritta e completata nel mese di febbraio", illustra.

Mercoledì erano 27, 13 al mattino e 14 al pomeriggio, i candidati da esaminari dall'apposita commissione. Il 25enne ha discusso la propria testi in salotto alla presenza dei genitori. "Mia sorella maggiore era inevitabilmente assente poiché residente in altra zona e impossibilitata a partecipare viste le doverose misure restrittive associate all'emergenza coronavirus". La discussione è stata particolarmente rapida: "Con la modalità in streaming ha accelerato i tempi e il tutto è durato circa un quarto d'ora".

Andrea non immaginava di completare il suo percorso di studi dal soggiorno di casa: "Sicuramente si è trattata di una modalità inedita e inaspettata di conseguire la laurea in medicina e chirurgia ma a suo modo emozionante considerando anche che a termine emergenza sarà organizzata una cerimonia di consegna delle pergamene di laurea da parte dell'ateneo estense e successivamente possibile festeggiare in maniera "tradizionale"".

Andrea guarda già focalizzato sul domani: "Gli obiettivi immediati sono quelli di mantenersi aggiornati sulla situazione sanitaria attuale e di continuare a studiare in previsione di un futuro test per l'accesso alla scuola di specializzazione. Sfortunatamente non disponibile a tutti a causa del numero relativamente limitato di borse di studio a disposizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento