rotate-mobile
Meteo

Il cielo tinto di giallo nei giorni pasquali, cosa è successo: impennata nei valori di polveri sottili

La perturbazione, che al nord-ovest ha portato precipitazioni anche importanti, ha avuto anche l'effetto di trasportare grandi quantità di polveri sahariane

Si rivede l’azzurro nel cielo dopo il grigiore del weekend pasquale, caratterizzato dalla sospensione delle polveri arrivate dal Sahara. Un fenomeno che non solo ha portato nel lunedì di Pasquetta pioggia "sporca", ma che ha anche determinato un sensibile aumento dei livelli di pm10. A Forlì ad esempio la centralina dell’Arpae ha registrato venerdì un valore di pm10 di 63 microgrammi per metrocubo, schizzato a 93  nella giornata di sabato per poi impennare a 127 nella domenica di Pasqua. Nel lunedì di Pasquetta, complice anche il vento, il valore è sceso a 82 microgrammi per metrocubo.

“La perturbazione, che al nord-ovest ha portato precipitazioni anche importanti, ha avuto anche l'effetto di trasportare grandi quantità di polveri sahariane, al punto tale che le concentrazioni di Pm10, soprattutto nell'area orientale e meridionale della regione, sono decuplicate rispetto a quanto osservato giovedì”, scrivono gli esperti dell’Arpae. I dati si sono poi mantenuti elevati in tutta l'Emilia-Romagna anche sabato e domenica, mentre un "abbassamento significativo" delle polveri "si è iniziato a osservare" già lunedi ed è "destinato a proseguire" martedì. Nei prossimi giorni, informa il servizio meteorologico regionale, “un campo di alta pressione, di matrice sub-tropicale, si consoliderà sul bacino del Mediterraneo e manterrà condizioni di tempo stabile per tutto il periodo considerato. Temperature in progressivo aumento che si porteranno sopra la media del periodo”.

Immagine da webcam Meteo Forlì-Cesena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cielo tinto di giallo nei giorni pasquali, cosa è successo: impennata nei valori di polveri sottili

ForlìToday è in caricamento