rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

"Conta-follower" alla cassa e clienti influencer: lo sconto al ristorante si ottiene così

"Il sistema è molto semplice - spiega il titolare - basta seguire il profilo Instagram del locale, fotografare il piatto, pubblicarlo e taggare la nostra pagina"

L'iniziativa va avanti da circa due settimane e il locale ha già superato gli 800 seguaci sul popolare social network. E' il risultato della singolare formula "Più seguaci hai su Instagram, meno paghi" del Kinkhao Thai Street Food, locale di cibo thailandese che si trova nel cuore di Forlì, in Corso della Repubblica. "E' un'idea che abbiamo ripreso da un ristorante di sushi di MIlano - spiega il titolare Tonino Guglielmi - il pubblico potenziale di un locale di cucina thai è molto ampio, va dai 15 ai 70 anni. Cercavamo un metodo che ci desse visibilità e ci facesse arrivare a un numero molto ampio di clienti".

 
Il locale con il "conta follower"

"Il sistema è molto semplice - spiega Guglielmi - basta seguire il profilo Instagram del locale, fotografare il piatto, pubblicarlo e taggare la nostra pagina". Accanto alla cassa c’è un counter che farà vedere in tempo reale quanti follower ha il locale. Al momento di pagare si deve mostrare la foto: "Abbiamo un vero e proprio conta follower, una macchinetta infernale che scopre anche i seguaci finti", sorride il proprietario del Kinkhao Thai Street Food. Il locale di Corso della Repubblica prevede un vero e proprio "tariffario" social. Dai 500 ai 1500 follower si ottiene un timbro sulla fidelity card (al nono si conquista un piatto gratis), dai 1500 ai 2500 seguaci si guadagna un piatto gratuito, dai 2500 ai 5mila si portano a casa due piatti gratis, tre dai 5mila ai 10 mila e ben quattro piatti gratuiti se si supera la soglia dei 10mila. "Come è successo a un ragazzo l'altra sera, aveva ben 27mila follower, era molto contento. Un piatto a noi costa 8-10 euro, è il nostro modo di investire nella pubblicità". 

800 seguaci su Instagram in due settimane

In circa due settimane il locale ha così già superato gli 800 seguaci sul popolare social network molto in voga tra i giovani, ma il dato è in continuo aggiornamento. "Vogliamo sfruttare la loro capacità di essere influencer. Siamo molto soddisfatti ma vogliamo comunque che i post seguano una certa etica, non vogliamo post volgari o cose simili, ci è capitato di redarguire qualche ragazzo". Guglielmi spiega la scelta di un locale thai a Forlì: "Ho girato varie parti del mondo ma la cucina thailandese è quella che mi ha colpito di più, è una cucina millenaria con una grande tradizione". "Ho aperto il primo locale tre anni fa a Cervia - prosegue - e le cose sono andate molto bene. Siamo aperti con il nostro stabilimento anche d'inverno, e l'80% del nostro pubblico è femminile. Per quanto riguarda Forlì siamo in procinto di ingrandirci e diventare un vero e proprio ristorante. Infine apriremo un terzo locale di cucina thai a Bologna". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Conta-follower" alla cassa e clienti influencer: lo sconto al ristorante si ottiene così

ForlìToday è in caricamento