rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Il lutto / Santa Sofia

Cambiamenti climatici, il rapporto tra uomo e natura: quando Mikhail Gorbaciov venne a Santa Sofia

Mikhail Gorbaciov, nella sua storica visita in Emilia Romagna e al centro operativo di Romagna Acque, a Santa Sofia, aveva già evidenziato l'importanza dell'acqua all'interno del rapporto complessivo tra uomo e natura

Nel 2002 non si erano ancora accesi i riflettori sul tema dell'accelerazione dei cambiamenti climatici. Eppure Mikhail Gorbaciov, nella sua storica visita in Emilia Romagna e al centro operativo di Romagna Acque, a Santa Sofia, aveva già evidenziato l'importanza dell'acqua all'interno del rapporto complessivo tra uomo e natura, ribadendo "che o sarà l'umanità nel suo complesso a normalizzare il proprio rapporto con la natura attraverso gli strumenti dello sviluppo sostenibile, o sarà la natura stessa a fare i conti con l'umanità". Parole più che mai attuali. Il Premio Nobel per la Pace del 1990 si è spento martedì all'età di 91 anni.

Gorbaciov si recò a Santa Sofia nel luglio del 2002 nell'ambito di una serie d'iniziative organizzate dalla Fondazione Gorbaciov e da Green Cross, d’intesa con la Regione le istituzioni locali, in vista del Forum Internazionale “Water for Peace” programmato per il 2003, anno internazionale dell’Acqua, a Reggio Emilia ed in altre città dell’Emilia Romagna. Nel corso del suo tour fece tappa anche al centro operativo di Romagna Acque di Santa Sofia insieme a Rita Levi Montalcini. Alle porte di Ridracoli sottoscrisse insieme all’allora presidente del consorzio Giancarlo Zeccherini il protocollo d’intesa per “Water for Peace”.

L'allora presidente di Green Cross aveva già messo in conto la possibilità di catastrofi naturali. La comunicazione delle tematiche ambientali, il rispetto della biodiversità e la diffusione della Carta della Terra come documento di riferimento dell'azione ambientalista, furono i temi toccati da Gorbaciov nel suo intervento, evidenziando inoltre che se non sarebbe stata la classe dirigente mondiale ad effettuare un cambiamento di rotta a 180 gradi di tutta la politica ambientale, "questo compito dovranno compierlo i cittadini degli stati sviluppati, attraverso la costituzione di Ong e fondazioni che abbiano come terreno d'intervento problemi specifici e che possano fare pressione nei confronti della leadership politica a livello planetario".

Mikhail Gorbaciov-2Mikhail Gorbaciov-2

Una serie di foto di Gorbaciov a Santa Sofia

La storia

Gorbaciov era nato il 2 marzo 1931 a Privol'noe, località rurale nella Russia sudoccidentale. Ultimo segretario generale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica dal 1985 al 1991, fu propugnatore dei processi di riforma legati alla perestrojka e alla glasnost', e protagonista nella catena di eventi che portarono alla dissoluzione dell'Urss e alla riunificazione della Germania. Artefice, con la sua politica, della fine della guerra fredda, fu insignito nel 1989 della Medaglia Otto Hahn per la Pace e, nel 1990, del Premio Nobel per la pace. Mikhail Sergeevich Gorbaciov è stato l'ultimo segretario generale del Partito comunista sovietico e ultimo Presidente dell'Urss. Il suo nome rimane associato alle due parole con cui cercò, senza riuscirci, di riformare il sistema sovietico, Glasnost e Perestroika, trasparenza e ricostruzione, innescando la catena di eventi che portò alla caduta dell'Urss.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamenti climatici, il rapporto tra uomo e natura: quando Mikhail Gorbaciov venne a Santa Sofia

ForlìToday è in caricamento