Coronavirus, in arrivo la nuova stretta: possibile chiusura per cinema e teatro

"Vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose", si legge nella bozza.

Aumentano i contagi da covid-19 e il premier Giuseppe Conte sta per firmare un nuovo dpcm. Secondo alcune anticipazioni pubblicate dalle agenzie di stampa, da lunedì le attività di ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie saranno nei giorni festivi e le domenica, mentre durante la settimana invece potranno restare aperti dalle 5 fino alle 18 o alle 20. Rimangono aperti anche autogrill, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande "negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro". Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le 18 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

La bozza del nuovo Dpcm prevederebbe lo stop a palestre, piscine, cinema e teatri.  Possibile stop secondo le infornazioni trapelate dalle agenzie anche per centri natatori, centri benessere, centri termali, "fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi". Sospese anche le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo.

"Vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose", si legge nella bozza. Restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso".

Novità anche per le scuole superiori, per le quali sarà introdotta la didattica a distanza al 75 per cento, "fermo restando che l'attività didattica e educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza, per contrastare la diffusione del contagio, previa comunicazione al ministero dell'Istruzione da parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle situazioni critiche e di particolare rischio riferite agli specifici contesti territoriali". La bozza del Dpcm che potrebbe subire ulteriore cambiamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento