100 e maturi

Una maturità da 100 per Sara: "Cinque anni appaganti e intensi che mi hanno aiutato a crescere"

Sara Cimatti è tra le neo diplomate col massimo dei voti dell'Istituto tecnico "Saffi-Alberti" di Forlì, indirizzo "Biotecnologie-Sanitarie"

"Semplice, curiosa, diligente e determinata nell'ambito dello studio". Sara Cimatti è tra neo diplomate col massimo dei voti dell'Istituto tecnico "Saffi-Alberti" di Forlì, indirizzo "Biotecnologie-Sanitarie". 

Sara, ci racconti il suo percorso verso il diploma. Come mai ha scelto questa scuola?
Essendomi sempre piaciute le materie scientifiche, tra tutte le scuole nelle quali ho fatto open day, questa mi è sembrata la più interessante sotto questo punto di vista. Inoltre penso che sia una scuola che aiuti a fornire nozioni utili per la vita di tutti i giorni.

Ha trovato difficoltà nel corso degli anni?
No, nel corso degli anni non ho riscontrato particolari difficoltà. La parte più complicata è stata mantenere costante l'intensità e l'organizzazione dello studio. 

Gli ultimi due anni la pandemia ha rivoluzionato le abitudini quotidiane. Pensa che ha influito negativamente sulla preparazione degli studenti?
A mio parere la pandemia ha influito negativamente sulla maggior parte degli studenti, i quali, non abbastanza motivati, ne hanno approfittato per prendere meno seriamente lo studio. Per quanto mi riguarda, invece, sono riuscita a sfruttare questa situazione positivamente continuando a studiare con costanza. Nonostante questi due anni, il mio rapporto con i compagni di classe è sempre rimasto sereno e piacevole. 

Alla fine si è diplomata col massimo dei voti. Per arrivare a questo risultato ha dovuto 'sacrificare' le sue passioni?
Si, talvolta ho dovuto rinunciare ad alcuni impegni e attività per riuscire a portare a termine i miei programmi scolastici. 

Il ricordo più bello degli ultimi 5 anni?
Non ho un ricordo in particolare. Sono stati 5 anni intensi, nei quali ho fatto esperienze che mi hanno aiutata a crescere. 

Un aggettivo per descrivere il suo cammino...
Appagante.

Perchè?
Questo percorso mi ha permesso di essere orgogliosa del risultato ottenuto e delle conoscenze acquisite. 

Diploma in tasca, proseguirà nel percorso di studi?
Si, vorrei proseguire gli studi continuando il mio percorso nell'ambito sanitario.

E da grande come si vede?
Non ho un'idea precisa di come sarò da grande, ma spero di raggiungere il mio obiettivo, che sarebbe quello di lavorare in ambito sanitario per aiutare le persone a stare meglio. Questo mi farebbe sentire appagata e mi darebbe l'occasione per migliorare anche come persona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una maturità da 100 per Sara: "Cinque anni appaganti e intensi che mi hanno aiutato a crescere"
ForlìToday è in caricamento