Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

Nuova scossa di terremoto intorno alle mezzanotte nel forlivese

Una nuova scossa di terremoto ha colpito il forlivese dopo i due movimenti tellurici registrati sabato alle 18.52 di magnitudo 3.7 e 2.9 Richter con nove repliche fino alla mezzanotte. Il nuovo terremoto è stato avertito distintamente nell’Appennino tosco-romagnolo. L'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Roma ha ufficializzato la magnitudo in 3.6 Richter, con ipocentro a 7 chilometri di profondità ed epicentro tra Santa Sofia e Premilcuore. Sono seguite 26 repliche di magnitudo inferiore a 2 fino alle 17.19.

Aggiorna il sindaco di Civitella Claudio Milandri: "A seguito dei controlli effettuati successivamente allo sciame sismico che questa questa notte ha interessato l’Appennino forlivese non sono emersi danni a cose o persone". Nessun problema anche a Premilcuore, dove si è svolta nel weekend la Sagra della Fiorentina: "Non ci ferma nessuno, nemmeno le due forti scosse e lo sciame sismico durato tutta notte". Tranquillizza anche il sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi: "Non c'è stato nessun particolare problema, relativo allo sciame sismico che ha interessato il nostro territorio. Prestiamo comunque attenzione sull'eventuale evoluzione degli eventi".

Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Come cambia lo shopping di Natale, le regole per bar e ristoranti e il coprifuoco di Capodanno: ecco il dpcm che blinda le feste

Torna su
ForlìToday è in caricamento