rotate-mobile
Cronaca

A 10 anni è già stato più volte sul set: giovane attore forlivese fra Lamborghini e Simoncelli

Giulio ha compiuto 10 anni, frequenta la quinta della scuola elementare "La Nave" di Forlì ama lo sport, le minimoto e fino a prima del covid giocava a calcio nel settore giovanile Academy Calcio Forlì

Sarà nelle sale cinematografiche dopo Natale e per soli due giorni, il 28 e il 29 dicembre. C'è grande attese per "Sic", il documentario Sky Original su Marco Simoncelli, diretto da Alice Filippi, prodotto da Sky, Fremantle Italy e Mowe, e distribuito da Nexo Digital, che restituisce il ritratto intenso ed emozionante di un campione unico. Tra i protagonisti c'è anche un giovane attore forlivese, Giulio: ha compiuto 10 anni, frequenta la quinta della scuola elementare "La Nave" di Forlì ama lo sport, le minimoto e fino a prima del covid giocava a calcio nel settore giovanile Academy Calcio Forlì.

Non è una prima volta per Giulio, dato che è stato testimonial alla campagna pubblicitaria della "Lamborghini", partecipando ad altri spot e cataloghi di moda. Lo scorso luglio Giulio è partito per Cattolica dove, per circa una settimana, è stato impegnato nelle riprese del film documentario dedicato alla "tigre" di Coriano. “Nonostante il caldo dentro alla tuta, mi sono divertito tantissimo ad interpretare il ruolo di un amico del piccolo Sic - racconta Giulio -. Amo stare in pista, amo le minimoto (il papà mi porta spesso al sabato mattina a girare in pista di nascosto da mamma che ha paura) e amo l’atmosfera che si è creata con agli altri bimbi che assieme a me interpretavano vari ruoli, con alcuni ho stretto una bella amicizia".

Il documentario racconta una storia, quella di un bambino che aveva un sogno più grande dei propri limiti e che ha fatto di tutto per realizzarlo. Racconta del coraggio, al quale tutti abbiamo fatto ricorso, necessario per affrontare sfide che abbiamo ritenuto al di fuori della nostra portata. E lo racconta attraverso l’epopea della stagione 2008 che decreterà Marco Simoncelli campione del mondo della classe 250 cc.

Tornando a Giulio, quello del cinema per ora rimane solo un hobby per il bimbo forlivese, anche se diventare attore sarebbe un bel sogno. "Mi diverto stare davanti alla telecamera, mi diverto, conosco tanti altri bambini e esploro sempre posti nuovi; ma se l’esperienza cinematografica non dovesse andare in porto pazienza. Rimaranno belle esperienze e bei ricordi - conclude -. Intanto continuo ad impegnarmi con lo studio e un giorno vorrei diventare un grande “ingegnere aereospaziale”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 10 anni è già stato più volte sul set: giovane attore forlivese fra Lamborghini e Simoncelli

ForlìToday è in caricamento