Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

A Castrocaro va in scena la festa di San Giovanni Battista

Teatro della solennità è il Battistero di San Giovanni alle Murate: Situato nei pressi della Fortezza di Castrocaro, è di proprietà della parrocchia di Terra del Sole. Alle 20 di giovedì 24 giugno è in programma la recita del Rosario, seguito dalla celebrazione della santa Messa

A Castrocaro Terme va in scena la festa di San Giovanni Battista. Teatro della solennità, alle 20 di giovedì, è il Battistero di San Giovanni alle Murate. Il programma prevede la recita del Rosario, seguito dalla celebrazione della santa Messa. “Dopo l’annullamento dello scorso anno dovuto allo stato di pandemia – recita un comunicato della parrocchia di Terra del Sole – si organizza nuovamente la festa, a cui tutti sono invitati”. La chiesa, seppur posta nei pressi della Fortezza di Castrocaro, è di proprietà della parrocchia terrasolana, retta da don Marino Tozzi.

“Il Battistero di San Giovanni – scrive la studiosa Rosetta Savelli - rappresenta un autentico gioiello di architettura. E' situato nella parte più alta del centro storico, appena a ridosso della fortezza medievale e proprio per questo motivo si affaccia su una vista panoramica di ampia bellezza”. La sua caratteristica più evidente è la pianta circolare, che tende a conferire un’atmosfera intima ed introspettiva. Sin dal 1292 è stata citata con il nome di Chiesa di San Giovanni della Torre, chiaramente derivato dall’estrema vicinanza alla grande Torre della Murata. La costruzione attuale risale al XV secolo. Era considerato un edificio sacro al servizio del castellano e della guarnigione. Fino alla metà del ‘500, era una chiesa senza cura d’anime, affidata ad un rettore ma con alcuni possedimenti terrieri connessi. “Al momento dell’edificazione della chiesa di Terra del Sole – si legge nella brochure illustrativa dell’evento – era necessario che questa possedesse alcuni beni immobili. Il Battistero, dunque, poiché rientrava in queste caratteristiche e per il fatto di essere una chiesa senza cura d’anime, viene annesso a Terra del Sole e continua ad esserlo fino ad oggi”.

All'interno si possono ammirare una vasca-sarcofago in marmo d'Istria del VII-VIII secolo d. C. scolpita a bassorilievo e un affresco seicentesco di grandi dimensioni raffigurante San Giovanni Battista. Consolidato e chiuso all'esterno nel 1938 da una robusta chiave, il Battistero è stato oggetto di un recente e attento restauro. Lo storico edificio è aperto al pubblico nella giornata di festa in onore della protettrice di Castrocaro Terme, la Madonna dei Fiori, ad aprile e poi anche nella giornata in cui si ricorda e venera San Giovanni, nel mese di giugno. “L'ingresso è gratuito – continua Savelli - ed è bene segnare le date di apertura, essendo un luogo ricco di arte, cultura e storia, incastonato in uno scrigno di avvincente bellezza quale è il centro storico di Castrocaro Terme e che dall'alto domina con tutto il suo fascino la cittadina termale”. Al termine della celebrazione di giovedì, secondo tradizione, i campanari saliranno sulla torre cittadina per suonare il Campanone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castrocaro va in scena la festa di San Giovanni Battista

ForlìToday è in caricamento