rotate-mobile
Cronaca

"A cento anni dal suo viaggio": inaugurata la mostra in omaggio al Milite Ignoto

La mostra ricostruisce anche fisicamente la storia del Milite Ignoto in uno straordinario allestimento di trincea

"1921-2021 - Omaggio al Milite Ignoto a cento anni dal suo viaggio". Questo il titolo della mostra inaugurata sabato mattina nei locali del Sacrario dei Caduti, chiesa di Sant'Antonio Vecchio. Promossa dall'Associazione Nazionale Mutilati Invalidi di Guerra in collaborazione con le Associazioni Combattentistiche del territorio, la mostra ricostruisce anche fisicamente la storia del Milite Ignoto in uno straordinario allestimento di trincea. All'inaugurazione erano presenti tra gli altri il sindaco Gian Luca Zattini, il presidente del Consiglio comunale Alessandra Ascari Raccagni, il presidente dell'Anmig e i rappresentanti delle Associazioni combattentistiche del territorio. Per informazioni e prenotazioni gruppi e scolaresche è possibile contattare Ugo Berti al numero 3498499000.

"1921-2021 - Omaggio al Milite Ignoto a cento anni dal suo viaggio"

La mostra rientra nell'ambito delle iniziative dedicate alla Giornata nazionale dell'Unità d'Italia e della Festa delle Forze Armate. Il 4 novembre in Piazzale della Vittoria, presso il Monumento dei Caduti, il Consiglio comunale in forma solenne conferirà la cittadinanza onoraria di Forlì al Milite Ignoto. Questa la motivazione: "Nel giorno in cui, cent'anni fa, le spoglie di un soldato dell'esercito italiano, ignoto, caduto nella grande guerra, trovarono sepoltura all'Altare della Patria, in Roma, il Comune di Forlì conferisce al Milite Ignoto la Cittadinanza Onoraria, annoverandolo tra i propri amati Figli, quale simbolo del sacrificio dei Caduti in tutte le guerre. Dopo un secolo, celebrare il Milite Ignoto significa rendere omaggio alla forza, al valore e alla tenacia di tutti coloro che, in ogni tempo e in ogni occasione si sono sacrificati per la Patria. Fedeli ai valori della Costituzione della Repubblica, eleviamo la testimonianza del Milite Ignoto a punto di riferimento per la costruzione di percorsi di pace e di concordia, rendendolo cittadino di tutta la Nazione. Il suo esempio sia per tutti di monito a che nessuno debba mai più patire i drammi della guerra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A cento anni dal suo viaggio": inaugurata la mostra in omaggio al Milite Ignoto

ForlìToday è in caricamento