menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A due anni dal referendum per l'acqua pubblica nasce il "Tavolo dell'acqua Romagna"

I referendum per l'Aqua Pubblica compiono 2 anni, il comitato Aqua Bene Ccomune Forlì - Cesena è sempre attivo e presente sul territorio perché venga attuato l'esito referendario

I referendum per l'Aqua Pubblica compiono 2 anni, il comitato Aqua Bene Ccomune Forlì - Cesena è sempre attivo e presente sul territorio perché venga attuato l'esito referendario. “Il 12 e il 13 giugno di due anni fa il percorso verso la ripubblicizzazione del servizio idrico del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua raggiunse lo straordinario risultato della vittoria referendaria con 27 milioni di Italiani che scelsero per l'acqua pubblica e la difesa dei servizi pubblici locali” si legge in una nota.

“Da allora, nonostante tribunali e Corte Costituzionale continuino a dare ragione ai comitati, nonostante la campagna di obbedienza civile abbia portato migliaia di cittadini ad autoridursi la bolletta rispettando il voto di due anni fa, la politica nazionale è stata sorda alle richieste dei cittadini. Si sono succeduti tre governi e nessuno di questi ha messo all'ordine del giorno un programma di ripubblicizzazione del servizio idrico come gli italiani hanno chiesto con forza il 12 e il 13 giugno del 2011. Anche a Forlì 54.000 cittadini scelsero 2 SI per l'Acqua Bene Comune ( 95, 5 % ). Nella Provincia di Forlì - Cesena 183.352 cittadini scelsero 2 Si per l' Acqua Bene Comune  ( 95.5 % )”, scrive il comitato.

“Il sindaco di Forlì, Roberto Balzani,  al convegno nazionale del 9 marzo a Forlì ha dichiarato che il servizio idrico deve ritornare pubblico. Il consiglio provinciale in data 10 giugno 2013 ha approvato un Odg sulla ripubblicizzazione del servizio idrico integrato inserendo anche le richieste poste dal Comitato Acqua Bene Comune di Forlì - Cesena di supportare la richiesta di svolgere in seduta congiunta (Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini) l’assemblea di Atersir locale, come previsto dalla Legge Regionale,  per istituire il “Tavolo dell’Acqua Romagna” che dovrà essere composto dai Comitati ABC Forlì - Cesena, Ravenna, Rimini, dal sindaco di Forlì, Cesena, Ravenna, Rimini, dai presidenti delle Province di Forlì - Cesena, Ravenna, Rimini rappresentanti anche degli altri Comuni della Provincia stessa, dai sindacati e dalle sssociazioni dei consumatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento