menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Forlimpopoli interventi innovativi sulla rete idrica per la tutela dell'acqua

L’intervento fa parte di un progetto più ampio che Hera, secondo operatore a livello nazionale nel ciclo idrico, sta realizzando sulla rete acquedottistica del territorio di Forlì-Cesena

Parte la ‘distrettualizzazione’ delle reta rete idrica nel Comune di Forlimpopoli, un sistema innovativo già ampiamente sperimentato da Hera che consente di ridurre le rotture delle condotte e di localizzare più rapidamente le perdite idriche. Hera, che sostiene interamente i costi dell'operazione, sta portando avanti sulla rete che serve il centro abitato di Forlimpopoli (nello specifico in zona stadio, palazzetto e via Diaz) un’attività innovativa di monitoraggio ed ottimizzazione delle reti idriche.

"È una significativa coincidenza che nel giorno della Giornata Mondiale dell'Acqua nel nostro territorio comunale si annuncino importanti interventi di ammodernamento della rete idrica - osserva il sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini -. Lavori come questo ridurranno le rotture e favoriranno la localizzazione rapida delle perdite. Tutte azioni fondamentali per ridurre quanto più possibile lo spreco del bene più prezioso che abbiamo: l'acqua". L’intervento fa parte di un progetto più ampio che Hera, secondo operatore a livello nazionale nel ciclo idrico, sta realizzando sulla rete acquedottistica del territorio di Forlì-Cesena allo scopo di migliorarne la gestione: si tratta della ‘distrettualizzazione’ della rete idrica, un sistema innovativo, ma allo stesso tempo già consolidato in diverse aree del territorio gestito dalla multiutility.

Come funziona la distrettualizzazione delle reti e i vantaggi

Le reti vengono suddivise in settori (o ‘distretti’) su cui s’installano misuratori di portata, con cui è possibile svolgere un’azione di controllo, per esempio sui consumi d’acqua minimi notturni, verificando se si manifestano variazioni anomale dei consumi notturni che evidenziano una probabilità d rottura nel distretto monitorato. Tutti i bilanci di portata dei distretti monitorati sui territori in cui la multiutility gestisce il servizio idrico sono stati importati sul sistema di telecontrollo del Gruppo, che si trova a Forlì, all’interno di un polo tecnologico all’avanguardia a livello europeo.

Questo consente di avere un report aggiornato in tempo reale sull’andamento delle portate, così da poter agire in modo rapido su eventuali anomalie. Questo sistema comporta due importanti vantaggi: la rapida localizzazione di eventuali perdite idriche, che consente di intervenire rapidamente per le riparazioni contenendo lo spreco di risorsa e il disagio per l’utenza, e la riduzione delle perdite grazie alla possibilità di regolare il funzionamento della rete, determinando inferiori sollecitazioni delle tubazioni. Queste installazioni e regolazioni si protrarranno per alcune settimane e possono determinare locali e brevi anomalie, tipo riduzione della pressione.

Gli investimenti nell’idrico nel Piano industriale al 2024

La distrettualizzazione integra la ricerca programmata delle perdite idriche, che è il metodo più consolidato per localizzarle con i diversi sistemi: aste geofoniche, geofoni, correlatori, noise logger. A queste si affiancano alcune tecnologie innovative e in sperimentazione, indispensabili per garantire qualità, efficienza e resilienza e rendere le infrastrutture sempre più adeguate, e per le quali occorrono investimenti importanti: per questo Hera nel Piano Industriale al 2024 ha previsto oltre un miliardo di euro di investimenti destinati al ciclo idrico. Gli interventi riguarderanno, oltre alla distrettualizzazione delle reti, il potenziamento delle interconnessioni, rinnovi di rete mirati alla riduzione delle perdite e per garantire l’approvvigionamento anche in situazioni di criticità.

Tali investimenti mirano, inoltre, a proiettare le infrastrutture nel futuro, utilizzando tecnologie innovative, come gli algoritmi di intelligenza artificiale, per intervenire in maniera più efficace con la manutenzione, o ampliando il ricorso a strumenti come satelliti, che Hera per prima in Italia ha adottato nel 2016, e droni, per tutelare le risorse e proseguire nel nostro percorso verso una sempre maggiore circolarità. In caso di urgenze (segnalazione guasti, rotture, emergenze) è attivo 24 ore su 24 il numero gratuito di pronto intervento 800.713.900 per i servizi acqua, fognature e depurazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento