menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A San Mercuriale una veglia di preghiera per gli innamorati di tutte le età

Sarà il vescovo di Forlì-Bertinoro a presiedere la Veglia per tutti gli innamorati, momento di riflessione sulla relazione di coppia, luogo dell'incontro con Dio che è tenerezza, “illuminati dalla liturgia dell’amore”

Sarà il vescovo di Forlì-Bertinoro mons. Livio Corazza a presiedere domenica, alle 17, nella basilica di San Mercuriale a Forlì, la Veglia degli Innamorati, “Illuminati dalla liturgia dell’amore”. Promossa dal Centro diocesano per la Pastorale della Famiglia, in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale Giovanile, è pensata come momento di riflessione sulla relazione di coppia, luogo dell'incontro con Dio che è tenerezza. Il programma prevede la condivisione di letture con brani tratti dall'Esortazione apostolica di Papa Francesco “Amoris Laetitia” e dalla Bibbia, alcune preghiere e infine piccoli gesti concreti da fare propri e portare nella vita quotidiana. La Diocesi quest’anno ha scelto come tema dell’anno pastorale il tema della bellezza della Liturgia.

“Allora - si legge nel libretto che sarà distribuito ai partecipanti – ci chiediamo: cosa dice la liturgia eucaristica alla coppia? Come illumina la nostra vita familiare quotidiana? Siamo consapevoli di quanto è importante questo nostro amore per tutto il mondo?”. “L'idea di una veglia degli innamorati – dichiara Giovanni Portolani, organizzatore dell’evento assieme alla moglie Chiara Benedetti - nasce dal desiderio di vivere un momento di preghiera e incontro insieme al nostro vescovo Livio, non solo per sposi e fidanzati, ma per tutte le coppie «in cammino» che vogliano approfondire il significato e la bellezza dei gesti quotidiani della famiglia”.

Al centro di questo evento, aperto a tutti, c’è una riflessione sulla cosiddetta “liturgia familiare”, che viene paragonata alla Liturgia Eucaristica. “Attraverso la veglia – continua Giovanni – vorremmo mostrare la bellezza e l'attualità della famiglia, del matrimonio e della fedeltà coniugale, nella piena corrispondenza con il desiderio del cuore, che l'amore sia per sempre”. “

La relazione fra due innamorati – s’inserisce Gabriella Pivi, responsabile della Pastorale diocesana per le famiglie - è una ricchezza da coltivare, custodire e accrescere, sapendo dare il giusto valore a tutto ciò che siamo chiamati a fare nell’arco della giornata”. “Se la famiglia riesce a concentrarsi in Cristo – continua Papa Francesco nell’Amoris Laetitia - Egli unifica e illumina tutta la vita familiare. I dolori e i problemi si sperimentano in comunione con la Croce del Signore, e l’abbraccio con Lui permette di sopportare i momenti peggiori. Le famiglie raggiungono a poco a poco, con la grazia dello Spirito Santo, la loro santità attraverso la vita matrimoniale, anche partecipando al mistero della croce di Cristo, che trasforma le difficoltà e le sofferenze in offerta d’amore”. Con queste parole il papa ricorda agli innamorati che, con i loro semplici gesti d’amore quotidiani, possono rendere presente il volto amorevole di Dio a tutti. La Veglia degli Innamorati si concluderà con un’Apericena, momento conviviale offerto dalla comunità parrocchiale di San Mercuriale.

Veglia degli Innamorati 2020-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento