Santa Sofia, pendolari dei rifiuti nel mirino: intensificati i controlli anche con le telecamere

Come anticipato ad inizio anno, infatti, alla luce di alcuni episodi riferibili all'abbandono di rifiuti provenienti dai comuni limitrofi, si è stabilito di monitorare la situazione con maggiore intensità

Dopo l’ordinanza emessa dal sindaco Daniele Valbonesi per abbandono e conferimento rifiuti da parte di non residenti nel Comune di Santa Sofia (ordinanza numero 1 del 18 gennaio /2019), gli organi preposti hanno intensificato i controlli su tutto il territorio comunale. Come anticipato ad inizio anno, infatti, alla luce di alcuni episodi riferibili all'abbandono di rifiuti provenienti dai comuni limitrofi, si è stabilito di monitorare la situazione con maggiore intensità, tenendo conto anche di ad alcune segnalazioni.

"Attraverso strategie ben mirate, installando telecamere, organizzando pattugliamenti in zone segnalate da cittadini, applicando sia il regolamento Atersir inerente l'abbandono fuori dai cassonetti, sia l'ordinanza comunale per conferimento rifiuti da parte di non residenti, ad oggi sono state comminate 10 sanzioni per abbandono rifiuti nel comune di Santa Sofia", ricorda Tommaso Anagni, che da anni segue i temi ambientali.
 
I controlli sono stati effettuati dal corpo di polizia provinciale e dai carabinieri e proseguiranno anche nei prossimi mesi, con la speranza che non sia più necessario incorrere in sanzioni. I ritiri dei rifiuti ingombranti, Raee, sfalci e potature sono gratuiti, contattando il servizio clienti Hera al numero verde 800 999 555. Per migliorare il sistema di raccolta inoltre è possibile scaricare l’applicazione gratuita “il rifiutologo”, consultare il sito di Hera o recarsi negli uffici comunali di Santa Sofia per ritirare gratuitamente materiale informativo, compostiera domestica, sacchetti per compostiera da sottolavello. "Non è infine da sottovalutare il fatto che effettuare una buona raccolta differenziata non è solo un gesto di rispetto nei confronti dell’ambiente e della terra in cui viviamo, ma porta anche ad una diminuzione della tariffa di smaltimento", viene rimarcato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento