Acqua di qualità: rimesso a nuovo il serbatoio principale di Rocca San Casciano

Il sindaco Rosaria Tassinari ha espresso soddisfazione "per la positiva ricaduta che avrà la sistemazione del serbatoio sulla cittadinanza e sulle attività a cui è destinato"

Innovazione, funzionalità, efficienza. Sono queste le parole d'ordine che hanno guidato Hera nell'intervento di ristrutturazione del serbatoio di via Marco Polo a Rocca San Casciano, ultimato in questi giorni. I lavori di manutenzione straordinaria, complessi ed onerosi, eseguiti alla struttura e agli impianti interni del serbatoio, sono iniziati in aprile, si sono resi necessari per garantire ai Rocchiggiani la continuità del servizio, la qualità dell’acqua e  più sicurezza sugli  impianti acquedottistici; questi sono gli  obiettivi che l’azienda persegue  da tempo in tutti i territori gestiti. L’impegno di Hera per il miglioramento degli impianti e l’attenzione costante sul versante della sicurezza ha portato all’inserimento dell’intervento sul serbatoio “Marco Polo” nel piano pluriennale di manutenzione e ,non senza difficoltà, è stato realizzato..

Il serbatoio di via Marco Polo è il più importante di Rocca San Casciano, ha un volume di stoccaggio di 450mila litri d’acqua ed è fondamentale per garantire l’erogazione alle famiglie e alle numerose attività insediate nella cittadina: infatti rifornisce tutto il paese, ad esclusione del nuovo agglomerato urbano sorto sulla provinciale per San Zeno. L’infrastruttura è essenziale per l’acquedotto comunale ed è rifornito dallo storico impianto di Casanova e di Podere Delizia sul fiume Montone, in capo a Romagna Acque Società delle Fonti, mentre a Hera. Impianti Acquedotto di Forlì-Cesena competono il sollevamento al serbatoio, la cura, la gestione impiantistica, il controllo e la manutenzione. Il sindaco Rosaria Tassinari ha espresso soddisfazione "per la positiva ricaduta che avrà la sistemazione del serbatoio sulla cittadinanza e sulle attività  a cui è destinato. Si tratta di un altro passo avanti nell'approvvigionamento idrico, in termini di innovazione, funzionalità, efficienza, qualità e sicurezza".

Un investimento di 60.000 euro

Gli interventi di manutenzione straordinaria, che hanno comportato un investimento di circa 60mila euro, si sono resi necessari per ripristinare la struttura che mostrava i segni del tempo. Il ripristino e consolidamento sella camera di manovra e controllo del serbatoio sono i primi lavori svolti dall’intervento di sostituzione delle condotte eseguiti nei primissimi anni del 2000. Oltre ai lavori nella camera di manovra, sono state eseguite manutenzioni straordinarie ai sistemi di controllo  installati, è stato sostituito, il cancello di accesso , ripristinata la recinzione e  ristrutturata  l’area verde interessata  dal profondo intervento  manutentivo.

I lavori  eseguiti garantiranno il mantenimento della buona qualità dell’acqua distribuita, una maggior sicurezza e affidabilità impiantistica, un miglior controllo di gestione, una maggiore sicurezza per i cittadini e per gli operatori del servizio acquedottistico. Inoltre renderà possibile un monitoraggio puntuale dei parametri qualitativi dell’approvvigionamento, dell’accumulo e della distribuzione dell’acqua potabile nel Paese di Rocca S. Casciano. Grazie all’intervento di Hera è aumentata anche l’efficienza dell’impianto, è stato migliorato l’aspetto esteriore ed è possibile monitorare più parametri in tempo reale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sostituzione della strumentazione di misura e monitoraggio consentirà un miglior controllo di gestione. Gli interventi inoltre daranno la possibilità di valutare con maggiore anticipo i disservizi causati dalle dispersioni occulte non ancora evidenziate attraverso le nuove misure implementate durante la manutenzione e soprattutto grazie all’efficiente e tecnologicamente all’avanguardia sistema di telecontrollo, effettuato dal Polo regionale di via Balzella a Forlì. Grazie all’installazione di nuovi strumenti elettronici è possibile infatti monitorare l’andamento in tempo reale dei consumi e dei livelli della vasca, prevenendo l’insorgere di anomalie, quali rotture sulla rete o picchi anomali dovuti alla stagionalità, sempre più a garanzia di una maggiore qualità e continuità del servizio, compreso quello di prevenzione guasti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento