Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Acqua e cambiamenti climatici, al Forum Fao le soluzioni per l'agricoltura del Canale emiliano romagnolo

Presentati a Capo Verde dalla direttrice Zucaro e dal ricercatore Cavazza due importanti studi sui sistemi irrigui a pressione e sul monitoraggio delle risorse idriche

Le sfide socioeconomiche e climatiche emergenti, legate ai prezzi dell'energia e ai mutamenti del clima, richiedono oggi azioni sostenibili e di immediata attuazione; il Canale Emiliano-Romagnolo, consorzio di bonifica determinante nel sostenere l’agricoltura lungo l’intero 2022 (l’anno forse più impegnativo e complesso per la gestione dell'acqua e la produzione alimentare) è stato invitato al Forum internazionale sulla scarsità d'acqua in agricoltura (Wasag) – organizzato dalla Fao e svoltosi presso la sede dell’Università di Capo Verde dal 7 al 10 Febbraio – in qualità di ente consortile che, grazie agli oltre sessant’anni d’esperienza nel settore, si occupa in modo performante dello studio di soluzioni praticabili lungo i comprensori sottesi (un bacino di 250.000 ettari) perseguendo appieno l’importante obiettivo trattato dal Forum, quello di “Rendere l'agricoltura resiliente ai cambiamenti climatici”, all’interno dei cui incontri la scarsità d'acqua viene analizzata come un'opportunità di azione e collaborazione. Ritenuto un centro unico per gli studi di irrigazione in agricoltura, grazie al polo tecnico-scientifico “Acqua Campus” targato Anbi, il Cer è uno dei più importanti esempi di pratiche sostenibili in Italia.

A portare il contributo dell’ente a Capo Verde sono stati la direttrice generale del Cer e coordinatrice di Anbi Emilia-Romagna, Raffaella Zucaro, intervenuta all’evento “Linee guida sui sistemi irrigui in pressione” per presentare uno studio sulla progettazione e valutazione economica degli stessi; e Francesco Cavazza, agronomo e ricercatore di Acqua Campus che ha illustrato l’esperienza del Cer quale esempio virtuoso per la gestione della siccità in sistemi idrici multifunzionali all’interno dell’evento “Verso l'operatività degli approcci partecipativi transdisciplinari Wefe (Water Energy Food Environment) Nexus per raggiungere la sicurezza idrica e alimentare”, evidenziando alcune soluzioni efficienti per far fronte ai cambiamenti climatici basate sul monitoraggio delle risorse idriche – come i livelli di falda in Emilia-Romagna – e su Irriframe, progetto irriguo di precisione di Anbi con la collaborazione dello stesso Cer.

Il Forum Wasg supporta i paesi nella ricerca di soluzioni in agricoltura per far fronte ai cambiamenti climatici. Con il contributo dei suoi 70 partner, WASAG ha sviluppato una strategia di adattamento e mitigazione da attuare nel triennio 2021-2024 ed è destinato a svolgere ulteriormente un ruolo sempre maggiore nella ricerca di azioni collaborative come soluzioni alle crescenti sfide poste dai cambiamenti climatici e dalla conseguente scarsità d'acqua, al fine di rendere l'agricoltura più resiliente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua e cambiamenti climatici, al Forum Fao le soluzioni per l'agricoltura del Canale emiliano romagnolo
ForlìToday è in caricamento