rotate-mobile

Addio al "treno" di Forlì, il dolce ricordo del figlio Mino. "Sarebbe bello dedicargli la stazione"

L'idea parte da un articolo del giornalista Auro Bulbarelli. Mino Baldini: "A me piacerebbe molto, questo articolo mi ha reso molto felice. E speriamo che la cittadinanza lo apprezzi”

E’ davvero un dolce ricordo quello che Mino Baldini dedica al suo papà Ercole, il "Treno di Forlì" morto giovedì sera a 89 anni. “In questa giornata molto triste c’è una nota piacevole del babbo, che ha reso tanto famosa Forlì, con lo sport e il ciclismo, sul giornale stamattina c’era un articolo di Bulbarelli della Rai che propone di intitolare a la stazione di Forlì, visto che il babbo era conosciuto come il treno di Forlì, a Ercole Baldini. A me piacerebbe molto, questo articolo mi ha reso molto felice. E speriamo che la cittadinanza lo apprezzi”.

LUTTO - Addio a Ercole Baldini, la camera ardente nella villa-museo

Una delle maggiori glorie sportive della città, nato a Forlì il 23 gennaio 1933, viveva a Villanova, in una casa-museo contenente anche i cimeli della sua carriera. Vantava il record di essere l'unico ciclista nella storia ad aver vinto una medaglia d'oro olimpica, un campionato mondiale ed una grande corsa su strada come il Giro d'Italia.

Chi vorrà porgere l'addio al campione forlivese potrà farlo alle 10 di lunedì nella chiesa di Villanova su viale Bologna. Il feretro, dopo la cerimonia funebre, prenderà la strada del cimitero sempre di Villanova. La casa di Villanova del ciclista, in viale Bologna 323, sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 16 di sabato e domenica per chi vorrà porgere il proprio personale saluto. 

Video popolari

ForlìToday è in caricamento