menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Grandi" forlivesi nel mondo: dalla sua "Ciudad de la Felicidad" ecco Andrea Francia

Sono concittadini di poche parole ma di molti fatti, impegnati nel favorire l'autodeterminazione delle genti più povere, togliendole dal fango e mettendole in grado di darsi un futuro nella propria terra

Sono concittadini di poche parole ma di molti fatti, impegnati nel favorire l'autodeterminazione delle genti più povere, togliendole dal fango e mettendole in grado di darsi un futuro nella propria terra. “La testimonianza del volontario forlivese Andrea Francia sarà un'occasione irripetibile per conoscere e toccare con mano il bene che molti concittadini stanno facendo nel mondo”, spiega l’assessore comunale Davide Drei. Si terrà martedì 29 ottobre, alle 20.45, nel salone parrocchiale della Cava, l'incontro pubblico con la città del missionario forlivese Andrea Francia.

Il volontario testimonierà otto anni di impegno per i “ninos de la calle” ospitati nella “Ciudad de la Felicidad” da lui realizzata ad Esquipulas, nel sud del Guatemala. Si calcola che nel paese centroamericano i minori finiti sulla strada per la disgregazione della famiglia, siano duecentomila su sedici milioni di abitanti. Francia, laico consacrato nel terz'ordine della congregazione di Marta y Maria, ha realizzato 7 delle 10 case famiglia previste in progetto. Attualmente, il villaggio ospita 82 bambini e ragazzi da pochi mesi a 16 anni, orfani o abbandonati, spesso costretti a vivere da randagi sulla strada in balia dei “narcos”, dei trafficanti d'organi e di violenze di ogni tipo. I loro angeli custodi sono 40 religiose fra postulanti, novizie e professe della congregazione guatemalteca di “Marta y Maria”, diffusa in tutto il mondo con mille religiose e 100 case, 10 anche in Italia.

La “Ciudad” vanta anche una chiesetta per la preghiera comunitaria, una biblioteca per ragazzi, una dispensa, un “rancho” (area coperta) per gli incontri pubblici, una cucina comunitaria con forno per il pane e decine di ettari di terreno coltivati a caffè, mais e banane. E' a buon punto anche il nuovo ospedale, che diverrà presidio insostituibile per la popolazione oggi obbligata a percorrere centinaia chilometri pur di raggiungere la prima struttura sanitaria pubblica a prezzi accessibili.

“L'ospedale - dichiara Francia - necessita di personale qualificato in grado di assistere degnamente la collettività”. E qui s'inserisce un altro forlivese di gran cuore, Germano Pestelli. L'ex primario di Medicina Riabilitativa all'ospedale Morgagni-Pierantoni, appena divenuto ambasciatore dell'Organizzazione mondiale della sanità per la formazione di tecnici della riabilitazione basata sulla comunità solidale, si occuperà di formare medici e infermieri locali da utilizzare nel nuovo ospedale di Esquipulas. Martedì sera, nella serata pubblica della Cava saranno presenti anche alcuni dei massimi sostenitori italiani del progetto di Andrea, tutti forlivesi: il Comitato per la Lotta contro la Fame nel mondo rappresentato dal presidente Roberto Gimelli, nonché gli imprenditori Marino Bandini di “Ceracarta” e Giuseppe e Maria Grazia Silvestrini di “SGM Distribuzione - Marco Polo”.

 Accanto a Francia siederà la colombiana suor Angela Silva Sanchez, fondatrice della congregazione di “Marta y Maria”. Donna di enorme carisma e temperamento, suor Angela testimonierà una vita di condivisione spesa a lenire le incredibili sofferenze dell'infanzia centroamericana. La religiosa, conosciuta come la “Madre Teresa” delle Americhe, racconterà anche della sua amicizia con papa Francesco, incontrato trent'anni fa in Argentina, quando il futuro pontefice, arcivescovo di Buenos Aires, la chiamò per aprire una casa in uno dei “barrios” più poveri della metropoli sudamericana. Suor Angela potrebbe comunicare anche la decisione, presa in accordo col vescovo di Forlì-Bertinoro monsignor Lino Pizzi, di inviare alcune religiose nella stessa Forlì. Le suore dovrebbero trovare ospitalità nell'unità parrocchiale di Villanova-Villagrappa guidata da don Davide Brighi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento