menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto in tv, "Presa diretta" colpisce ma non infierisce

La trasmissione di inchiesta di RaiTre 'Presa Diretta' all'aeroporto di Forlì. La puntata di domenica sera ha acceso un riflettore sulla situazione disastrosa dei piccoli aeroporti italiani

La trasmissione di inchiesta di RaiTre 'Presa Diretta' approfondisce ma non infierisce sul caso dell'aeroporto di Forlì. La puntata di domenica sera ha acceso un riflettore sulla situazione disastrosa dei piccoli aeroporti italiani, soffermandosi su casi di cattiva gestione di molti scali aeroportuali, specialmente del sud. Poi le telecamere di RaiTre hanno virato verso nord, l'Emilia-Romagna, approfondendo il caso di Forlì, che tuttavia è stato illustrato in pochi minuti.

E' andata in onda l'intervista al sindaco Roberto Balzani, che ha quantificato in 18 milioni di euro l'esborso del Comune di Forlì in 5 anni per ripianare le perdite del Ridolfi, vale a dire “il 50% di quanto il Comune spende in un anno per tutto il welfare cittadino”. Balzani ha quindi spiegato il meccanismo, che già in passato aveva definito “drogato” dei contributi di co-marketing e di acquisto in blocco dei biglietti delle compagnie low-cost, concludendo che il Comune “non ha le competenze per agire in un mercato così altamente competitivo qual è quello del trasporto aereo”.

In verità in molti, il mese scorso, quando 'Presa Diretta' giunse in città, temevano un terremoto mediatico nazionale sulla situazione dello scalo. 'Presa Diretta' intervistò anche il direttore della Seaf in liquidazione Riccardo Roveroni, il precedente presidente Franco Rusticali ed esponenti dell'opposizione. Tuttavia le interviste non sono state poi utilizzate e messe in onda e il caso di Forlì è finito di fatto rubricato tra i “casi minori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento