menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, lo spalamento della neve è costato 208.000 euro

Per le due settimane del nevone dello scorso febbraio il costo dello spalamento della neve all'aeroporto Ridolfi di Forlì fu alto e questo nonostante la chiusura

Per le due settimane del nevone dello scorso febbraio il costo dello spalamento della neve all'aeroporto Ridolfi di Forlì è stato pari a 208.405 euro, circa 21mila euro al giorno, e questo nonostante l'aeroporto fosse per la gran parte del tempo interdetto al traffico aereo. E' il conto confermato dal sindaco Roberto Balzani, in risposta ad un question time di Fabrizio Ragni, consigliere del PdL.

L'argomento è stato toccato nel corso del consiglio comunale di mercoledì pomeriggio. Nella sua risposta il sindaco Roberto Balzani ha specificato che si tratta di “un obbligo imposto dal codice della navigazione al gestore dell'aeroporto, che deve garantire lo spalamento anche in caso di sospensione dei voli”.

Il costo è così ripartito: 133.000 euro per il contratto di servizio di spalamento neve, con 1.900 ore di lavoro fatturate, 11.700 euro per l'utilizzo di una turbina e 5.484 euro per l'uso di un bobcat e 3.000 euro per il trasporto del bobcat.

Sempre secondo Balzani, “il costo non è smisurato, ma commisurato con l'emergenza di un 1 metro e 60 di neve caduta”. Sempre il sindaco: “Noi come Comune abbiamo speso milioni di euro euro e l'aeroporto di Bologna ha speso 1 milione di euro”. Cifre elevate che, secondo Ragni, “visto il deficit e la situazione di Seaf potevano forse essere ridotte”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento