Aeroporto Ridolfi, altro passo per la riattivazione: nulla osta dal Ministero per il servizio di salvataggio e antincendio

Per il via libera definitivo adesso manca soltanto l'emanazione del decreto interministeriale (Interni e Infrastrutture e trasporti)

Il ministero degli Interni, di concerto con quello delle Infrastrutture e Trasporti, ha rilasciato nei giorni scorsi il nulla osta che consente all’aeroporto “Luigi Ridolfi” di Forlì il ripristino del servizio salvataggio e antincendio da parte del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco

Il via libera ministeriale, arrivato grazie all’interessamento della Regione Emilia-Romagna e che fa seguito al parere positivo già espresso dall’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) nel dicembre scorso, rappresenta un passo avanti decisivo per la riattivazione dell’operatività dello scalo forlivese, in quanto riconosce al “Ridolfi” le stesse condizioni operative di cui usufruiscono gli aeroporti circostanti.               

Ora manca soltanto l’emanazione del decreto interministeriale – Ministero degli Interni e Infrastrutture e trasporti - per ufficializzare l’inserimento dell’aeroporto di Forlì fra quelli dove il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco assicura direttamente il servizio di salvataggio e anticendio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

Torna su
ForlìToday è in caricamento