menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, i sindacati: "Fare presto con il bando"

Fare presto con il bando di gara per l'aeroporto, lo chiedono a gran voce CGIL CISL UIL, unitamente alle categorie interessate e ai delegati delle diverse aziende presenti nel sito aeroportuale di Forlì

Fare presto con il bando di gara per l'aeroporto, lo chiedono a gran voce CGIL CISL UIL, unitamente alle categorie interessate e ai delegati delle diverse aziende presenti nel sito aeroportuale di Forlì, che si dicono molto preoccupati per il ritardo dell’uscita del bando di gara per la concessione dell’aeroporto “ L. Ridolfi” di Forlì.

Così Cgil, Cisl e Uil: “Sono passati ormai 4 mesi dalla messa in liquidazione di Seaf, 4 mesi in cui tutti i lavoratori  del sito aeroportuale di Forlì, avendo un salario ridotto dovuto all’utilizzo della cassa integrazione, hanno fatto e stanno facendo immensi sacrifici. Alla luce di quanto sta avvenendo Cgil Cisl Uil di Forlì sperano che i ritardi nell’uscita del bando siano imputabili solo ed esclusivamente a motivi temporali, legati al periodo feriale, e  auspicano che coloro che in passato hanno fatto di tutto per far fallire il progetto integrato degli aeroporti regionali non siano  dietro a queste lungaggini”.

Enac in questi giorni ha comunicato che nel primo consiglio di amministrazione utile saranno ratificati gli atti per la stesura del bando e del disciplinare il quale subito dopo verrà pubblicato. Per questo CGIL CISL e UIL, su loro richiesta, nei prossimi giorni incontreranno il liquidatore e la proprietà del sito aeroportuale (Comune, Provincia, Regione, Camera di Commercio….)  e chiederanno certezze sul futuro di questa importante infrastruttura.

“I sindacati sono consapevoli che l’uscita del bando di gara è solo la prima mossa di una partita ancora lunga e difficile, ma sono altresì convinti che il L. Ridolfi abbia tutte le carte in regola per poter continuare ad essere uno degli aeroporti della Regione. I sindacati e i lavoratori del sito si auspicano che in queste poche settimane che restano, si riesca a ridare dignità e futuro al nostro aeroporto, e si riesca a trovare una nuova società di gestione che abbia intenzione di rendere L. Ridolfi di Forlì, uno scalo economicamente autosufficiente, competitivo e importante nello scenario aeroportuale italiano. Le importanti risorse pubbliche destinate in questi anni all’aeroporto “L. Ridolfi” possono trovare una giustificazione se la garanzia del funzionamento dell’infrastruttura diventerà una certezza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento