menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pista bloccate per le scuole di volo": la denuncia della Lega Nord

"La direttrice di ENAC, reggente negli aeroporti di Bologna, Parma, Forlì e Rimini, incaricata di far l'inventario dei beni di SEAF che torneranno ad ENAC ha sospeso l'attività di volo, creando non pochi problemi agli studenti, costretti a spostarsi a Ravenna"

“Anche le attività di volo delle scuole non si praticano più a Forlì. Gli studenti dell'Ist. Tecnico Aeronautico, quelli della Facoltà di ingegneria Aerospaziale e le due scuole di volo Aernova e Professione Volare, ( fra le pochissime in Italia per piloti di linea con un sistema intensivo di durata dai 18 ai 24 mesi ) tutte situate a Forlì, non possono più praticare le attività di volo da metà del mese di maggio, poichè la pista non è più in funzione”: la segnalazione del grave disagio per questi operatori della formazione viene da Paola Casara, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale.

Continua Casara: “La direttrice di ENAC, reggente negli aeroporti di Bologna, Parma, Forlì e Rimini, incaricata di far l'inventario dei beni di SEAF che torneranno ad ENAC ( pista, piazzale, raccordi, hangar, ecc), ha sospeso l'attività di volo, creando non pochi problemi agli studenti, costretti a spostarsi a Ravenna in pullman per poter effettuare le esercitazioni pratiche. Inoltre non è più garantita l'attività antincendio dei vigili del fuoco, anche se questi sono ancora presenti all'interno  dell'aeroporto. Anche per i rifornimenti degli aerei si è costretti ad andare negli aeroporti di Parma, Roma o Portorose, mentre la manutenzione degli aerei per le scuole viene fatta a Ravenna. Insomma tanti disagi che mettono a rischio le attività di volo delle scuole e le eccellenze del Polo Tecnologico Aeronautico di Forlì”.

Conclude Casara: “A questi problemi va data un'immediata risposta e nel prossimo consiglio comunale chiederemo al Sindaco se è a conoscenza del  problema e quali soluzioni metterà in campo per salvaguardare le attività delle scuole, visto che l'ipotesi di questo disagio non si è  mai assolutamente prospettata in nessun incontro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento