rotate-mobile
Cronaca

Aeroporto, 'spedizione' a Venezia per la certificazione: entro marzo si torna volare

"Dopo il 19 di dicembre - spiega a ForliToday Sandro Gasparrini, della società di gestione dell'aeroporto Ridolfi - è stato formalmente costituito il team ispettivo ufficiale che si occuperà di tutte le attività fino alla certificazione definitiva"

Un importante traguardo per l'aeroporto di Forlì è stato raggiunto il 19 dicembre, con l'aggiudicazione definitiva da parte di Enac ad Air Romagna spa. Ora è il momento della certificazione dello  scalo, dopo che la visita ispettiva è stata rimandata a gennaio, mercoledì si riparte con le attività di certificazione, con il primo incontro a Venezia tra i tecnici di Air Romagna spa ed Enac.

“Dopo il 19 di dicembre – spiega a ForliToday Sandro Gasparrini, della società di gestione dell'aeroporto Ridolfi -  è stato formalmente costituito il team ispettivo ufficiale che si occuperà di tutte le attività fino alla certificazione definitiva”. Il punto fondamentale per il raggiungimento dell'obiettivo è lo stato di funzionalità delle attrezzature tecnologiche dello scalo, “che non è mai stato un problema”, chiarisce Gasparrini. Sempre da mercoledì ci si muove anche in una seconda direzione, questa volta con Enac Bologna, per il diritto di Air Romagna spa di entrare materialmente in possesso dello scalo, per le operazioni di restylig previste, subentrando al curatore fallimentare. Per queste due procedure si prevedono tempistiche al massimo di una 40ina di giorni.

“Nel frattempo lavoriamo alla redazione del regolamento di scalo, che prevede la scrittura di tutte le procedure di lavoro – aggiunge Gasparrini – in un vero e proprio disciplinare di comportamento in servizio dei vari addetti”. Terzo obiettivo il ripristino dei servizi  istituzionali aeroportuali: dalla polizia ai vigili del fuoco, per intendersi, dopo quasi due anni di stop. “Questi servizi sono garantiti dallo Stato, ma noi chiediamo, all'interno del Piano nazionale degli aeroporti, che ancora non è legge,  il reinserimento dell'aeroporto di Forlì, tra quelli interesse nazionale, così come era prima della chiusura, e nell'area degli scali strategici, per determinare l'entità di questi servizi istituzionali garantiti”.

Air Romagna si dà come 'dead line' il 27 marzo, “data di apertura della stagione estiva per i voli - conclude Gasparrini – per quella data potremmo essere attivi anche per voli passeggeri”.

Seguiteci su Facebook, cliccate su "Mi Piace":

FB-FT-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, 'spedizione' a Venezia per la certificazione: entro marzo si torna volare

ForlìToday è in caricamento