Coronavirus, oltre 10mila casi dal primo marzo in provincia. Altri due morti nel Forlivese

Sono quattro gli studenti risultati positivi. Per tutti i compagni di classe l'Igiene Pubblica ha disposto il tampone di controllo

Era il primo marzo, quando venne comunicato il primo caso di covid-19 in provincia. Con i 118 (di cui tre fuori ambito) nuovi positivi di martedì il territorio di Forlì-Cesena ha toccato quota 10.007 casi totali (5.210 nel Forlivese), dato che comprende anche i 7.389 guariti (120 nelle ultime 24 ore) e 293 morti (tre in più rispetto a lunedì). Il bollettino diramato dalla Prefettura restituisce 60 nuovi infettati nel Forlivese e due decessi, un ottantenne ed una 91enne. Questa la distribuzione dei casi: uno a Bertinoro, due a Castrocaro, due a Dovadola, 48 a Forlì, due a Forlimpopoli, uno a Meldola, tre a Predappio ed uno a Santa Sofia. A questi si aggiungono quattro studenti risultati positivi: uno del Liceo Artistico e Musicale "Canova", uno della scuola media "Benedetto Croce", uno della primaria "Dante Alighieri" ed uno della scuola media "Piero Maroncelli". Per tutti i compagni di classe l'Igiene Pubblica ha disposto il tampone di controllo.

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.238 in più rispetto a lunedì, su un totale di 15.770 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 1.639 test sierologici e 3.668 tamponi rapidi effettuati da lunedì). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti quasi si dimezza, scendendo al 7,8%. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 632 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 319 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 400 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di martedì è 45,2 anni.

Sui 632 asintomatici, 317 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 57 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 con gli screening sierologici, 15 tramite i test pre-ricovero. Per 231 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 317 nuovi casi, Modena (237), Reggio Emilia (123), Ravenna (106), Rimini (105), Piacenza (94), Ferrara (61), Parma (46). Poi Forlì (60), Cesena (55) e Imola (31). I casi attivi, cioè i malati effettivi, a martedì sono 64.634 (-347 rispetto a lunedì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 61.623 (- 305), il 95,3% del totale dei casi attivi.

Decessi

Purtroppo, si registrano 74 nuovi decessi: 3 in provincia di Piacenza (una donna di 86 e due uomini, rispettivamente di 83 e 88 anni), 3 in provincia di Parma (una donna di 97 e due uomini, di 78 e 96 anni), 7 in provincia di Reggio Emilia (3 donne di 85,88 e 98 anni e 4 uomini, di cui due di 77, uno di 84 e uno di 89); 9 nel modenese (3 donne di 82, 87, 91 anni e 6 uomini, rispettivamente di 66, 82, 84 anni, due di 92, e uno di 94 anni); 31 in provincia di Bologna (15 donne – di 65, 74, 81, 83, 85, 87, 89, tre di 90 anni, tre di 92 anni, e due di 93 anni – e 16 uomini: rispettivamente di 63, 67, 72, 74, 76, 77, due di 82 anni, e ancora di 83, 85, 89, 90 e due di 93; uno di 82 e uno di 90 anni deceduti a Imola, dove risiedevano); 4 nel ferrarese (una donna di 61 anni e tre uomini di 66, 86, 88 anni); 5 in provincia di Ravenna (due donne - di 94 e 95 anni - e 3 uomini, di 81, 89 e 90 anni); 6 nel riminese: due donne di 71 e 91 anni e 4 uomini di 78, 85, 86 e 88 anni. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 6.719. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 214 (-8 rispetto a lunedì), 2.797 quelli negli altri reparti Covid (-34).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • La morte improvvisa dell'infermiere Maurizio: "La sua umanità e il suo sorriso resteranno vivi ed indelebili nei nostri cuori"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

Torna su
ForlìToday è in caricamento