rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Castrocaro Terme e Terra del Sole

Castrocaro, per l'incrocio killer nessuna novità. Il sindaco: "Situazione paradossale"

Il sindaco di Castrocaro Terme, Marianna Tonellato, sprona gli enti a trovare una soluzione definitiva in quanto "il tempo per ulteriori ritardi è davvero terminato"

Sulla messa in sicurezza dell'incrocio tra via Ladino e la Statale 67 Tosco Romagnola tutto tace. E il sindaco di Castrocaro Terme, Marianna Tonellato, sprona gli enti a trovare una soluzione definitiva in quanto "il tempo per ulteriori ritardi è davvero terminato". In una lettera inviata all'Anas, al Prefetto di Forlì-Cesena Fulvio Rocco De Marinis, al comandante della Polizia Stradale Francesco Cipriano, alla Polizia Municipale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese e ai deputati in carica Marco Di Maio, Bruno Molea e Gianluca Pini, il primo cittadino parla di una situazione "ormai paradossale".

Il primo cittadino tiene a precisare che "non è intenzione muovere accuse a nessuno, ma è innegabile che dopo incontri, sopralluoghi e verifiche, nella maggior parte dei casi sollecitati dalla sottoscritta, non si è ancora nemmeno pervenuti all'individuazione di una soluzione tecnica condivisa che possa permettere la riapertura della strada chiusa dal 12 settembre scorso a seguito di un incidente in cui ha perso la vita un padre di famiglia".

Per Tonellato "una risposta non è più procrastinabile, anche nella considerazione dell'effettiva necessità della popolazione di avvalersi di questo tratto di strada, ponendo, in tal modo, fine al grave appesantimento del traffico deviato su un tratto di strada molto stretto e, pertanto, a sua volta pericoloso: anche recentemente sono accorsi incidenti correlati proprio alle difficili condizioni di percorribilità".

A seguito di un sopralluogo alla presenza dei dirigenti di Polizia Stradale e Municipale e di un rappresentante dell'Anas, chiarisce il sindaco, è giunta una comunicazione nella quale sono state evidenziate "difficoltà e problematiche, ma nessuna soluzione concreta e attuabile in tempi ragionevoli". Per Tonellato "l'unica solizione che possa essere condivisa da tutti per garantire la sicurezza al tracciato sia la realizzazione di una rotatoria".

"Peraltro - continua il primo cittadino - Anas in precedenti incontri aveva assicurato che l'opera sarebbe stata inserita nella programmazione dei propri interventi: si spera che questo inserimento sia già avvenuto e che la sua realizzazione non venga prevista come residuale o, peggio, eventuale". Tonellato rileva la necessità "di procedere con urgenza alla collocazione di una rotonda provvisoria in modo da trovare, finalmente, una risposta, almeno per l'immediato, in attesa della realizzazione definitiva".

L'amministrazione comunale ha chiesto inoltre un incontro urgente "per discutere quanto necessario per pervenire ad una soluzione che la popolazione richiede giustamente e a pieno diritto, anche tramite la costituzione, già avvenuta, di un Comitato, al quale vanno fornite delle risposte non solo da parte del Comune, che è il primo e il più vicino referente, ma anche da parte di altri enti: il tempo per ulteriori ritardi è davvero terminato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castrocaro, per l'incrocio killer nessuna novità. Il sindaco: "Situazione paradossale"

ForlìToday è in caricamento