menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, rallenta la curva dei contagi nel Forlivese. Altri due morti. Altre classi finiscono in quarantena

In Emilia-Romagna si sono registrati 2.347 casi in più rispetto a domenica, su un totale di 11.558 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 2.110 test sierologici)

Si contano 155 nuovi positivi al covid-19 nella provincia di Forlì e Cesena e tre decessi. Nel Forlivese gli infettati sono 71 (tre a Bertinoro, uno a Castrocaro, sei a Civitella, due a Dovadola, 47 a Forlì, due a Galeata e tre a Santa Sofia). A questi si aggiungono altri casi in ambito scolastico appurati dall'Igiene Pubblica. Quarantena prolungata alla scuola d'infanzia di Castrocaro, dove sono risultati positivi dopo i casi precedenti anche un'insegnante ed un alunno.

Quarantena anche alla scuola media "La Nave" dopo che sono emerse alcune positività, alla scuola d'infanzia di Santa Sofia (un caso) e alla scuola media di Galeata. Tampone di controllo invece per una classe della Saffi (alunno positivo), per una classe della scuola superiore di Galeata (studente positivo), per una classe dell'elementare di Meldola e per una classe della media "Maroncelli" di Forlì. Purtroppo si contano altri due decessi, che aggiornano il totale dall'inizio dell'epidemia a 135 nel Forlivese. Si tratta di un novantenne di Santa Sofia e di una ottantenne a Castrocaro. Anche nel Cesenate si registra una vittima, una 89enne di Longiano.

A Santa Sofia, aggiorna il sindaco Daniele Valbonesi, "il totale dei positivi è di 88, 82 dei quali in isolamento domiciliare ed in buone condizioni di salute. Il totale delle persone in quarantena, compresi gli infetti, è di 150". Per quanto concerne la situazione della casa di riposo "San Vincenzo De Paoli", i positivi sono 26: "E' guarita una operatrice sanitaria, ma purtroppo è morto un novantenne, che si trovava ricoverato in ospedale".

"Nel corso dell'ultima settimana i positivi al covid a Meldola sono diminuiti - rende noto il sindaco Roberto Cavallucci-. Sono guariti 33 nostri concittadini riuscendo a sconfiggere questo virus; sono stati però rilevati 27 nuovi casi di positività. Complessivamente si registrano sul territorio comunale 69 casi di positivi al covid (erano 76 lunedì scorso), di cui 7 ricoverati in ospedale con sintomi (2 persone in terapia intensiva). Purtroppo nei giorni scorsi un nostro concittadino di 87 anni, residente nella sua abitazione, positivo al covid, ci ha lasciato. Vorrei esprimere le più sentite condoglianze a nome mio e dell'intera Amministrazione Comunale a tutti i suoi familiari ed ai suoi cari".

A Modigliana, informa il sindaco Jader Dardi, "risultano 6 persone attualmente contagiate alcune delle quali con sintomi, sono tutte in isolamento domiciliare, 9 sono le persone dichiarate guarite. Sono 31 le persone in isolamento domiciliare, appartenenti a nuclei familiari di persone contagiate o che sono entrate in contatto e che come noto, per cautela, debbono restare in isolamento. Nei prossimi giorni, in accordo col Servizio di Igiene dell'Ausl attiveremo un punto prelievo per i tamponi, a servizio della intera vallata, così da evitare alle persone di doversi recare a Forlì e potere seguire con maggiore attenzione l'evolversi della situazione nel nostro territorio".

A Galeata, spiega il sindaco Elisa Deo, "si registrano 30 casi di cui 27 in isolamento domiciliare e 3 ricoverati in struttura. Quanto ai nuovi positivi, si tratta di contagi avvenuti sul luogo di lavoro, casi di contatto fra familiari e rilevamento durante il tracciamento scolastico. In seguito alla positività di alcuni alunni delle scuole di Galeata di vario ordine e grado, è stata predisposta la messa in isolamento cautelativo e preventivo di alcune classi ed altre sono state sottoposte a contact-tracing per rilevare eventuali ulteriori positività. Il numero dei contagi nel nostro comune sta inevitabilmente crescendo, tuttavia sono ancora moderatamente tranquilla perché i positivi sono circoscritti a limitati gruppi familiari, salvo qualche sporadica eccezione e riusciamo a monitorare efficacemente tutti, sia dal punto di vista sanitario che sociale".

I NUMERI DELLA SETTIMANA - L'andamento del contagio nel Forlivese

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 2.347 casi in più rispetto a domenica, su un totale di 11.558 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 2.110 test sierologici). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è lunedì del 20,3%, stabile rispetto a domenica. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.160 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 327 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 557 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di lunedì è 46,1 anni. Su 1.160 asintomatici, 501 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 84 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 25 con gli screening sierologici, 33 tramite i test pre-ricovero. Per 517 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 480 nuovi casi, Bologna con 350, Reggio Emilia (300), Rimini (272), Ravenna (205), Parma (204), Piacenza (155), Imola (121), Ferrara (105). Poi l’area di Cesena (80) e Forlì (75). I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a lunedì sono 69.380 (2.109 in più di domenica). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 66.394 (+2.038 rispetto a domenica), il 95,7% del totale dei casi attivi.

Decessi

Purtroppo, si registrano 35 nuovi decessi: 13 in provincia di Modena (6 uomini di 66, 71,73,77,82 e 88 anni; 7 donne rispettivamente di 65 anni, due di 82 e le rimanenti di 83, 84, 93 e 102 anni), 6 a Reggio Emilia (5 uomini di 81, 82, 85, 87 e 91 anni; una donna di 79 anni), 6 a Piacenza (due uomini di 76 anni, 1 di 77 e 1 di 84;  due donne rispettivamente di 79 e 89 anni), 4 a Ravenna (di cui due uomini di 82 e 83 anni; due donne di 58 e 92 anni), 2 a Bologna (un uomo di 91 anni e una donna, a Imola, di 95) e uno a Ferrara (un uomo di 88 anni). Non si sono verificati decessi nelle province di Parma e Rimini. Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.384.

Terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 248 (-1 rispetto a domenica), 2.738 quelli in altri reparti Covid (+72). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (-1), 13 a Parma (-1), 30 a Reggio Emilia (+1), 64 a Modena (numero ricoveri invariato rispetto a domenica), 58 a Bologna (-2), 4 a Imola (invariato), 19 a Ferrara (-1), 15 a Ravenna (+3), 6 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (invariato). Le persone complessivamente guarite salgono a 33.309 (+204).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento