Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Covid-19, un bollettino sempre più positivo dopo tanta sofferenza: "Il virus è alla porta"

Sono infatti altri 24 coloro che si sono messi alle spalle il nuovo coronavirus

Sono numeri che restituiscono altro ottimismo quelli comunicati giovedì pomeriggio dalla prefettura di Forlì-Cesena sull'emergenza sanitaria da covid-2019. Come mercoledì si aggiorna solo la voce più attesa, quella dei guariti. Sono infatti altri 24 coloro che si sono messi alle spalle il nuovo coronavirus. Complessivamente i casi dall'inizio della pandemia sono 1730, 946 nel Forlivese e 784 nel Cesenate. I guariti sono saliti a 1404, facendo scendere a 134 il numero dei positivi. "Continuiamo così - è l'invito che il vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo, lancia dalla propria pagina Facebook -. Rispettiamo le distanze, indossiamo le mascherine e disinfettiamo le mani. Il virus è alla porta".

Nel territorio di Forlì e comprensorio i casi ancora attivi sono 66, di cui 58 in isolamento domiciliare. A Forlì i positivi sono 49, 5 dei quali ricoverati con sintomi e 44 in isolamento domiciliare. Questa la distribuzione dei casi positivi a mercoledì pomeriggio: uno a Bertinoro, uno a Castrocaro, uno Dovadola, due a Forlimpopoli, tre a Meldola, tre a Predappio, cinque a Rocca San Casciano e uno a Santa Sofia.

Questa la situazione dei guariti: 463 a Forlì, 55 a Bertinoro, 14 a Castrocaro, 13 a Civitella, sette Dovadola, 67 a Forlimpopoli, quattro a Galeata, 75 a Meldola, uno a Modigliana, tre a Portico, 21 a Predappio, due a Premilcuore, 42 a Rocca San Casciano, uno a Tredozio e due a Santa Sofia. Le vittime sono invece 70 a Forlì, due a Bertinoro, uno a Civitella, 15 a Forlimpopoli, nove a Meldola, sette a Predappio e sei a Rocca San Casciano.

La situazione regionale

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.860 casi di positività, 18 in più rispetto a mercoledì, di cui 16 relativi a persone asintomatiche, individuate attraverso l’attività di screening regionale. I tamponi effettuati sono 5.080, che raggiungono così complessivamente quota 341.710. A questi si aggiungono 2.836 test sierologici. Le nuove guarigioni sono 162, per un totale di 21.018:  il 75,4% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 2.688 (-151 rispetto a mercoledì).

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.319 (circa l’86% di quelle malate), -128 rispetto a mercoledì. I pazienti in terapia intensiva sono 49 (-1). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid, scesi a 320 (-22). Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 21.018 (+162): 673 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 20.345 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Purtroppo, si registrano sette nuovi decessi: tre uomini e quattro donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a 4.154. Per quanto riguarda la provincia di residenza, 2 si sono avuti in quella di Piacenza, 1 in quella di Parma, 2 in quella di Reggio Emilia, 1 in quella di Modena e 1 in quella di Bologna (nessuno nell’Imolese). Nessun decesso nelle province di Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e da fuori regione.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.496 a Piacenza (+1), 3.540 a Parma (+6), 4.956 a Reggio Emilia (+4), 3.922 a Modena (nessun nuovo caso), 4.644 a Bologna (+2); 397 a Imola (+3); 997 a Ferrara (+2). Invariati rispetto a mercoledì i casi di positività in Romagna, dove non se ne sono quindi registrati di nuovi: 4.908, di cui 1.028 a Ravenna e 2.156 a Rimini, gli stessi numeri di mercoledì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, un bollettino sempre più positivo dopo tanta sofferenza: "Il virus è alla porta"

ForlìToday è in caricamento