Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, segnali di rallentamento nei contagi: il Forlivese torna sotto quota 100 nuovi positivi

I nuovi positivi sono 226, 51 in meno rispetto a quanto comunicato domenica

Arrivano incoraggianti segnalati di rallentamento di contagi al covid-19 in provincia di Forlì-Cesena. I nuovi positivi sono 225, 51 in meno rispetto a quanto comunicato domenica. L'abbassamento della curva è più consistente nel Forlivese, dove sono risultati positivi 'solo' 88 tamponi, con 69 infettati che presentavano sintomi. Questa la distribuzione dei casi: 6 Bertinoro, 1 Castrocaro, 2 Civitella, 50 Forlì, 11 Forlimpopoli, 5 Meldola, 6 Modigliana, 4 Predappio, 1 Rocca San Casciano e 2 Santa Sofia. I numeri sono confortanti, ma presumibilmente, come è già accaduto nelle precedenti ondati, la terza ondata sta attraversando una fase di fluttazione, con picchi sia verso l'alto che verso il basso.

Tuttavia è evidente, anche alla luce dei dati degli ultimi giorni, che la curva cresce meno velocemente e che i numeri iniziano a ridursi, segno che cominciano a vedersi i primi effetti delle restrizioni partite dall'8 marzo scorso. Prosegue anche con la didattica a distabza l'attività di screening dell'Igiene Pubblica di Forlì in ambito scolastico: sono risultati positivi un docente della scuola media di Dovadola, un educatore dell'Alberghiero di Forlimpopoli ed un alunno della scuola primaria "Saffi" di Forlì. Il virus nel frattempo miete altre vittime: in provincia sono cinque le morti riconducibili al virus, tutte nel Cesenate. Considerevole il balzo dei guariti: ben 340 in più in 24 ore.

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 2.118 casi in più rispetto a domenica, su un totale di 19.902 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (9.760 tamponi molecolari). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da domenica – del 10,6%, inferiore al 17,9% dello scorso lunedì – non è comunque indicativa dell’andamento generale, poiché il numero di tamponi eseguiti la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti soprattutto su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.057 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 522 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 849 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di lunedì è 41,9 anni. Sui 1.057 asintomatici, 645 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 61 con gli screening sierologici, 32 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 316 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 531 nuovi casi, poi Modena (310); seguono Rimini (215), Reggio Emilia (205), Ravenna (199), Ferrara (196), Parma (166), Piacenza (38) e Imola, con 32 nuovi casi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.762 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 232.841. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a lunedì sono 74.771 (+312 rispetto a domenica). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 70.679 (+181), il 94,5% del totale dei casi attivi. Si registrano 44 nuovi decessi, che aggiorna il totale a 11.468. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 390 (-6 rispetto a domenica), 3.702 quelli negli altri reparti Covid (+137).

Vaccini

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su; proseguono le prenotazioni per gli anziani dagli 80 agli 84 anni, per il personale scolastico e universitario e le forze dell’ordine. Riprese dopo l’autorizzazione di Aifa di venerdì le prenotazioni e le somministrazioni vaccinali per le persone dai 75 ai 79 anni, dopo il via libera dell’Agenzia europea dei medicinai (Ema) sul vaccino AstraZeneca. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate. Alle 14 di lunedì sono state somministrate complessivamente 687.871 dosi; sul totale, 239.433 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, segnali di rallentamento nei contagi: il Forlivese torna sotto quota 100 nuovi positivi

ForlìToday è in caricamento