menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la curva dei contagi si stabilizza. Ma in provincia si contano altri morti. Altri 4 positivi nel Forlì calcio

Due i casi in ambito scolastico, con una classe della primaria "Rivalta" di Forlì in quarantena dopo la positività di un alunno

Che il territorio Forlivese abbia raggiunto il "plateau" dei contagi da covid-19? L'Ausl Romagna ha comunicato 52 nuovi positivi nel Forlivese, un dato che non si discosta troppo da quelli comunicati negli ultimi giorni. Purtroppo si contano anche martedì delle vittime: un uomo di 79 anni di Forlì. Le nuove positività sono a Forlì (30), Forlimpopoli (5), Bertinoro (4), Santa Sofia (4), e poi due per ogni comune a Castrocaro, Galeata e Meldola, e una positività a Dovadola, Civitella e Predappio. In tutta la provincia i nuovi positivi sono 139, mentre i guariti sono 101. I decessi sono stati 3, in quanto a quello di Forlì si sommano due morti nel cesenate (un uomo di 72 anni a Cesena e una donna di 77 anni a Gambettola).

Si registrano altri quattro casi di positività nel Forlì Calcio, che si aggiungono a quella già comunicata lunedì. I tesserati sono stati posti in isolamento domiciliare come da protocollo in vigore. Salgono così a sei i giocatori colpiti da coronavirus che hanno portato la società a porre i tesserati in isolamento fiduciario come da protocollo in vigore. Sono invece due i casi in ambito scolastico, con una classe della primaria "Rivalta" di Forlì in quarantena dopo la positività di un alunno. Tampone di controllo invece per una sezione della media di Predappio, dove è risultato positivo uno studente. Il "plateau" si riferisce al piano che assume la curva dei contagi dopo l’impennata iniziale e prima di scendere. Si tratta di una fase comune a tutte le epidemie che arriva dopo la crescita di casi e prelude alla discesa della curva.

Si cominciano quindi a vedere quindi gli effetti delle misure restrittive introdotte ad inizio novembre dal dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte ed integrate con le ordinanze del presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Ed anche in Emilia Romagna i dati della pandemia, dopo i segnali contraddittori degli ultimi giorni, sono in miglioramento: nelle ultime 24 ore sono 1.471 i nuovi positivi (su un totale di 16.816 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, a cui si aggiungono anche 1.679 test sierologici) di cui 712 asintomatici: un dato "molto confortante rispetto ai giorni scorsi", sottolinea l'assessore alla Sanita' Raffaele Donini. Tornano infatti sotto i 1.500 i contagi giornalieri in un giorno feriale. In commissione Donini ha confermato la tenuta del sistema sanitario: sono 747 i posti di terapia intensiva realizzati finora e 108 di semintensiva. Inoltre "in pochi mesi sono stati assunti quasi 6.000 professionisti sanitari". 

In Emilia Romagna

La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dell’8,7%. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 712 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 376 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 388 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di martedì è 46,7 anni. Sui 712 asintomatici, 416 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 49 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 223 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 352 nuovi casi; a seguire Reggio Emilia (199), Ravenna (141), Parma (137), Bologna (136), Piacenza (130), Rimini (121), Ferrara (81). Poi Cesena (88), Forlì (50) e Imola (36). Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.308 in più rispetto a lunedì e raggiungono quota 46.894. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 71.842 (+111 rispetto a lunedì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.866 (+139), il 95,8% del totale dei casi attivi.

Decessi

Purtroppo, si registrano 52 nuovi decessi: 8 in provincia di Piacenza (5 donne - di 68, 69, 86, 87 e 95 anni - e 3 uomini, di 76, 88 e 91anni); 5 in quella di Parma (una donna di 93 anni e 4 uomini rispettivamente di 67, 71, 72 e 83 anni); 2 in quella di Reggio Emilia (una donna di 96 anni e un uomo di 70); 8 in quella di Modena (4 donne, rispettivamente di 79, 81 92 e 99 anni, e 4 uomini di 81, 84, 91 e 95 anni); 9 nel ferrarese (6 donne rispettivamente di 58, 83, 90, 97 e due di 99 anni; 3 uomini di 37, 74 e 90 anni); 14 a Ravenna (8 donne di cui due di 80 anni, 2 di 88, 1 di 89, 1 di 90, 1 di 91 e una di 93; 6 uomini rispettivamente di 57, 66, 80, 83, 84 e 86 anni); 3 nel riminese (2 donne - rispettivamente di 87 e 96 anni - e un uomo di 95 anni). Nessun decesso nella provincia di Bologna. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 5.805.

Ricoveri

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 247 (-2 rispetto a lunedì), 2.729 quelli negli altri reparti Covid (-26). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 15 a Piacenza (+1), 14 a Parma (-1), 34 a Reggio Emilia (invariato), 56 a Modena (-3), 56 a Bologna (invariato), 4 a Imola (invariato), 21 a Ferrara (+1),14 a Ravenna (-2), 7 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (+1).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento