Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, non si fermano i decessi: cinque morti nel Forlivese. Tra i nuovi contagiati altri due giocatori del Forlì. Quattro classi in quarantena

In ambito scolastico si contano ben dodici casi. Al Liceo Classico è risultato positivo un operatore scolastico

Si contano in 43 i nuovi contagiati nel Forlivese. In provincia i nuovi infettati sono 113, mentre i guariti 138. Lunedì nero sul fronte decessi, con nove morti in provincia. Nel Meldolese sono due le vittime, un 77enne ed un 81enne, a Forlì due donne (98 e 89 anni), mentre a Predappio si è spento un 83enne. Questa la distribuzione dei nuovi casi: uno Civitella, quattro Meldola, sei Bertinoro, due Castrocaro, ventisei Forlì, due Forlimpopoli e due Santa Sofia.

Tra i positivi ci sono anche due giocatori del Forlì che, spiega la società in una nota, "lamentavano sintomi influenzali". L'esito è stato positivo per entrambi. Martedì alle 13 è fissato un nuovo giro di tamponi per verificare le condizioni della restante parte dei tesserati. In ambito scolastico si contano ben dodici casi. Al Liceo Classico è risultato positivo un operatore scolastico, con l'Igiene Pubblica che ha disposto il tampone di controllo per coloro che hanno avuto contatti ravvicinati col contagiato.

In quarantena sono finite una sezione della scuola d'infanzia "Gobetti" di Forlì, della scuola d'infanzia di Villafranca, dell'asilo nido di Castrocaro e dell'elementare "Saffi" (due bimbi positivi nella stessa classe). Tampone di controllo invece per una sezione della media di Bertinoro, dell'elementare di Forlimpopoli, della primaria "Diego Fabbri", della primaria "Livio Tempesta", della media "Mercuriale" e della media "Villafranca".

Il sindaco Daniele Valbonesi ha intanto comunicato che nella casa di riposo San Vincenzo De Paoli non ci sono più positivi e martedì sarà smantellato il reparto covid. Dal 6 novembre scorso si sono contati 31 casi tra ospiti ed operatori, quattro decessi ("due non sappiamo ancora se sono collegati direttamente al covid"): "Dopo tanta sofferenza una bella notizia. Ora stiamo valutando cosa si potrà fare nel periodo natalizio", ha affermato il primo cittadino.

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrate 1.574 positività in più rispetto a domenica, su un totale di 10.517 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 1.139 test sierologici e 369 tamponi rapidi effettuati domenica). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da domenica è del 15%. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 862 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 280 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 454 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di lunedì è 45,4 anni. Sugli 862 asintomatici, 477 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 71 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 20 con gli screening sierologici, 7 tramite i test pre-ricovero. Per 287 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 330 nuovi casi, Bologna con 300, Ravenna (195), Reggio Emilia (167), Ferrara (120), Parma (119), Rimini (114), Piacenza (30). Poi l’Imolese (86), Cesena (72), Forlì (41). Il numero dei casi attivi, cioè i malati effettivi, è di 64.986 (+228 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi - che non richiedono cure ospedaliere - o prive di sintomi, sono complessivamente 61.933 (+214), il 95,3% del totale dei casi attivi.

I decessi

Purtroppo, si registrano 73 nuovi decessi: uno in provincia di Piacenza (un uomo di 79 anni); 7 in quella di Parma (4 donne, di 71, 81, 92 e 99 anni, e 3 uomini, di 59, 81 e 89 anni); 8 in quella di Modena (3 donne, di 61, 89 e 93 anni, e 5 uomini, rispettivamente di 65, 72, 80, 81 e 89 anni). 41 in quella di Bologna: si tratta di 22 donne, di 52, 59, 61, 62, 71, 74, 77 anni; 2 di 80 anni – di cui una originaria dell’imolese; l’altra, del bolognese, deceduta a Ferrara – ; le altre di 84, 85 anni; 2 di 86 anni; una di 87 anni, una di 88, 2 di 89; le altre di 92, 94 anni, 2 di 95, una, infine, di 98 anni. Diciannove gli uomini deceduti nel bolognese, rispettivamente: 2 di 50 anni, gli altri di 60, 61, 67, 68 anni; 2 di 80 anni, poi di 82, 84, 83, 87, 88 anni; 2 di 89 anni; gli altri di 91, 92 e 93 (entrambi dell’imolese) e, infine, un 99enne. Nel ferrarese ci sono stati 3 decessi (2 donne, di 80 e 81 anni, e un uomo di 89 anni); 7 in provincia di Ravenna (2 donne, di 75 e 83 anni, e 5 uomini, rispettivamente di 80, 81 e tre di 88 anni). Nessun decesso nel reggiano e nel riminese. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 6.645.

Terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 222 (+2 rispetto a domenica), 2.831 quelli negli altri reparti Covid (+12). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 13 a Piacenza (numero invariato), 18 a Parma (+3), 30 a Reggio Emilia (invariato), 39 a Modena (-3), 57 a Bologna (invariato), 6 a Imola (invariato), 18 a Ferrara (+1),13 a Ravenna (invariato), 5 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (-1) e 22 a Rimini (+2).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, non si fermano i decessi: cinque morti nel Forlivese. Tra i nuovi contagiati altri due giocatori del Forlì. Quattro classi in quarantena

ForlìToday è in caricamento