Coronavirus, nuovi contagiati nelle scuole e altri classi in quarantena. Nel Forlivese si contano altri 86 positivi in più

Non risultano focolai attivi: si tratta infatti di casi prevalentemente in ambito familiare

Sono 145, di cui 86 nel Forlivese, i nuovi positivi al covid-19 in provincia di Forlì-Cesena. Non risultano focolai attivi: si tratta infatti di casi prevalentemente in ambito familiare, scoperti attraverso l'attività di tracciamento contratti o per tampone richiesto dal medico di famiglia per sintomi. Questa la distribuzione dei casi: uno a Bertinoro, tre a Castrocaro, uno a Civitella, due a Dovadola, 67 a Forlì, quattro a Forlimpopoli, uno a Galeata, quattro a Meldola, due a Predappio e uno a Rocca San Casciano. Si contano anche 136 guariti.Grazie all’attività di contact tracing, svolta dall'Igiene pubblica di Forlì, sono stati individuati nuovi casi Covid in alcune scuole.

Classi in quarantena

Per quanto riguarda un caso di un alunno della "Diego Fabbri" di Forlì e di due alunni delle scuole medie "Orceoli" e "La Nave", essendo già state riscontrate in tutti i casi ulteriori positività, si è reso necessario assimilare i compagni a contatti stretti e devono essere messi in quarantena (permanenza al domicilio) per dieci giorni dall’ultimo contatto, oppure, con esecuzione di tampone nel decuni giorno; o per 14 giorni dall’ultimo contatto, senza esecuzione di tampone.

Gli altri casi nelle scuole

Per quanto riguarda il caso di un operatore scolastico in una scuola primaria di Forlimpopoli, un alunno della scuola media "San Martino" di Forlì e di un alunno in una scuola primaria di Castrocaro Terme, a seguito del sopralluogo eseguito da parte di operatori sanitari presso gli istituti si è verificato il rispetto di tutte le misure di prevenzione prescritte nelle "Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di Sars-Cov-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’Infanzia" dell’Istituto Superiore di Sanità (Rapporto Iss Covid-19 numero 58/2020) e della regione Emilia-Romagna (Protocollo 10 settembre .0590077.U). Pertanto, informa l'Ausl, "non vengono individuati contatti stretti ad alto rischio in ambito scolastico dei positivi, ma solo contatti occasionali. I contatti occasionali dovranno monitorare la comparsa di febbre o altri sintomi sospetti per Covid (tosse, raffreddore, diarrea e congiuntivite) per 14 giorni dall’ultimo contatto a rischio. In caso di comparsa di sintomi, è necessario contattare tempestivamente il proprio medico di medicina generale. Per i contatti occasionali non è prescritta la quarantena o la sospensione della frequenza scolastica, ma si raccomanda di utilizzare la mascherina chirurgica, avere una accurata igiene delle mani ed evitare occasioni di aggregazione che impediscano il distanziamento fisico. A tutti i contatti occasionali viene proposto un tampone".

In Emilia Romagna

In Emilia Romagna si sono registrati 2.371 casi in più rispetto a martedì, su un totale di 20.732 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 3.858 test sierologici). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è mercoledì dell’11,4 %, rispetto al 9,9% di martedì. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.159 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 331 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 481 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di mercoledì è 44,2 anni. Su 1.159 asintomatici, 390 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 111 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 27 con gli screening sierologici, 25 tramite i test pre-ricovero. Per 606 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Bologna con 528 nuovi casi e Modena con 461, a seguire Reggio Emilia (273), Piacenza (236), Parma (228), Rimini (173), Ravenna (130), Ferrara (105) e Imola (92). I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a mercoledì sono 59.319 (2.053 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 56.626 (+2.058 rispetto a ieri), il 95,4 % del totale dei casi attivi.

53 decessi in regione

Purtroppo, si registrano 53 nuovi decessi: 25 in provincia di Bologna (6 donne rispettivamente di 81, 80, 73, 56 anni e due di 95 anni; 19 uomini di cui 2 di 97 e 2 di 91 anni e gli altri rispettivamente di 93, 87, 84, 83, 80, 82, 79, 78, 74, 71,72, 64, 61, 60, 59); 11 in provincia di Modena (8 donne rispettivamente di 95, 92, 89, 87, 83, 81,79 e 60 anni, e tre uomini di 89, 87, 83 anni); 9 in quella di Reggio Emilia (4 donne, una di 21 e le altre di 98, 86 e 76 anni, e 5 uomini rispettivamente di 91, due di 88 anni, e gli altri 82 e 79 anni); 3 i quella di Ferrara (due uomini di 82  e 66 anni, e una donna di 92 anni); 2 nella provincia di Ravenna (due uomini di 88 e 50 anni), 2 in quella di Rimini (entrambe donne, rispettivamente di 87 e 83 anni) e uno a Parma, un uomo di 91 anni.Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.168.

Terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 244 (-3), 2.449 quelli in altri reparti Covid (-2). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 11 a Piacenza (-1), 16 a Parma (-1), 28 a Reggio Emilia (+2), 61 a Modena (-3), 65 a Bologna (-1), 4 a Imola (+3),19 a Ferrara (-1), 11 a Ravenna (dato stabile da ieri), 5 a Forlì (-1),1 a Cesena (dato invariato) e 23 a Rimini (dato invariato). Le persone complessivamente guarite salgono a 31.167 (+265).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento