menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il bollettino: in città 44 nuovi positivi. Si contano altre quattro vittime

Nel comprensorio di Forlì sono 90 i nuovi infettati, un aumento collegato al focolaio nella casa di riposo "Drudi" di Meldola, comunicato già mercoledì sera dal sindaco Roberto Cavallucci

Altri sette morti riconducibili al covid-19 nel provincia di Forlì-Cesena. Nel Forlivese sono quattro: si tratta di un 98enne di Dovadola, un 84enne di Castrocaro, una 87enne di Meldola ed una 91enne di Forlì. Rispetto all'informativa di mercoledì, si contano in provincia 166 nuovi positivi (due fuori ambito) e 168 guariti. Nel comprensorio di Forlì sono 90 i nuovi infettati (54 sintomatici), un aumento collegato al focolaio nella casa di riposo "Drudi" di Meldola, comunicato già mercoledì sera dal sindaco Roberto Cavallucci. Questa la distribuzione: 44 Forlì, 25 Meldola, 6 Predappio, 5 Bertinoro, 2 Dovadola, 2 Castrocaro, 2 Tredozio, 1 Forlimpopoli e 1 Galeata.

Sono i casi comunicati in ambito scolastico dall'Igiene Pubblica, con tre classi in quarantena: una della scuola media "Maroncelli", una della media di Santa Maria Nuova di Bertinoro e l'altra della media "Orceoli" di Forlì. Tampone di controllo invece per una classe della primaria di Meldola, per due classi della media "Maroncelli", per una del Liceo Scientifico "Fulcieri Paulicci De Calboli", per una classe della media "Orceoli", per una classe della primaria "Bersani" ed infine ai colleghi di una docente della scuola d'infanzia di Fiumana.

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.265 in più rispetto a mercoledì, su un totale di 29.181 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 326 test sierologici). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da mercoledì è del 4,3%. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 517 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 373 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 642 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di giovedì è 44,9 anni. Sui 517 asintomatici, 374 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 58 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 con gli screening sierologici, 8 tramite i test pre-ricovero. Per 68 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 261 nuovi casi; poi Reggio Emilia (194), Modena (169), Rimini (164); seguono Ferrara (90), Ravenna (66), Parma (60) e Piacenza (57) ed infine Imola (38). Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.774 in più rispetto a mercoledì e raggiungono quota 157.852.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a giovedì sono 47.539 (-565 rispetto a mercoledì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 45.088 (-526), il 94,8% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 56 nuovi decessi, che aggiorna il totale a 9.363.

Vaccini

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Con la nuova versione aggiornata è possibile sapere anche quante sono le seconde dosi somministrate e, quindi, il numero totale delle persone vaccinate. Alle 16.30 sono state somministrate complessivamente 160.311 dosi, di cui 7.695 giovedì; sul totale, 34.513 sono seconde dosi, cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Si ricorda che, a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite la scorsa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Arredare

Cambiare il divano: ecco la guida completa e i consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento