Coronavirus, altri tre casi riconducibili alla festa in discoteca. Anche positivi dal rientro dalla Sardegna e Romania

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 32.021 casi di positività, 99 in più rispetto a lunedì

Sono dieci le nuove positività al covid-19 accertate nel territorio Forlivese. Tre sono riconducibili alla discoteca di Cervia, uno è stato individuato al rientro dalla Sardegna, uno di ritorno dall’estero (Romania), mentre due sono contatti stretti di positivi già noti, due hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi ed uno ha effettuato spontaneamente i controlli in un laboratorio privato. I sintomatici sono quattro. Nel Cesenate invece ne sono risultati sette, di cui cinque sintomatici. In particolare i nuovi casi sono suddivisi 4 a Forlì, 2 a Forlimpopoli, uno a Bertinoro, Castrocaro, Civitella e Meldola. In provincia registrato anche un guarito e zero decessi.

Per il caso di Bertinoro, informa il sindaco Gabriele Antonio Fratto, si tratta di "un concittadino legato al focolaio della discoteca di Cervia, ora in isolamento domiciliare n condizioni stabili e con sintomatologia non allarmante. Il dato complessivo bertinorese aggiornato al primo settembre vede in totale 11 concittadini attualmente in isolamento domiciliare". 

Sulla situazione di Galeata aggiorna il sindaco Elisa Deo: "Avevo anticipato che avremmo monitorato la situazione in continua evoluzione dato che molte persone all'interno della catena del contagio sono state sottoposte a tampone e ad oggi risultano altri 3 casi positivi di residenti del nostro Comune, per un totale di 5 casi positivi più 1 non residente ma a contatto diretto. Ammetto che talvolta risulta difficile dare informazioni in tempo reale poiché il servizio di Igiene Pubblica Ausl, particolarmente oberato in questi ultimi tempi, non riesce a fornire i dati giornalmente e di conseguenza, come giusto che sia, comunico solo dati ufficiali derivanti dai canali preposti nel momento in cui mi vengono resi disponibili. Indubbiamente le tempistiche dell'ufficialità non collimano con le voci paesane, di gran lunga più celeri, ma spesso poco attendibili e fuorvianti. Le persone positive sono in isolamento domiciliare e se per alcuni il contagio è riconducibile a contatti stretti, per altri, purtroppo la provenienza del contagio non è ben definita".

Prosegue il primo cittadino: "Non fa parte di me essere ansiosa, men che meno incito agli allarmismi, ma non nascondo che la situazione attuale, da sindaco e da cittadina che come tanti ha situazioni di fragilità a casa, mi preoccupa particolarmente. Come me sono preoccupati anche i Medici di Medicina Generale nel tentativo di gestire al meglio questo momento critico che vede aumentare casi esponenzialmente ed il rischio concreto di sviluppare nuovi focolai. Forse abbiamo abbassato troppo la guardia pensando che il virus fosse qualcosa di superato. In realtà il virus è assolutamente attivo ed abbiamo le prove che continua a circolare ed infettare anche persone scrupolose e rispettose delle regole di contrasto al Covid e soprattutto che non si tratta di qualcosa di lontano da noi. Questo ci deve far capire che finché non avremo disponibile un vaccino, la sfida non sarà vinta ed ognuno di noi continuerà ad essere esposto".

Conclude Deo: "Molti concittadini si trovano ora in regime di quarantena precauzionale in attesa del secondo tampone negativo. Alcune attività ed esercizi pubblici sono temporaneamente chiusi per evitare il diffondersi del contagio. È quindi fondamentale per tutti i cittadini rispettare le precauzioni sanitarie di igiene personale e degli ambienti, comportarsi responsabilmente mantenendo il distanziamento sociale, evitare momenti di socialità e situazioni di promiscuità extra familiari e soprattutto indossare sempre la mascherina in ambienti chiusi e all'aperto ove non è possibile garantire le distanze. Abbiamo davanti la sfida della riapertura delle scuole che ci vede impegnati totalmente da mesi e non vogliamo mandare all'aria tutti i sacrifici fatti fino ad'ora".

La situazione in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 32.021 casi di positività, 99 in più rispetto a lunedì, di cui 45 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei 99 nuovi casi, più della metà (55) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 49 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 23 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 16. L’età media dei nuovi positivi è martedì di 34 anni.

Su 45 nuovi asintomatici, 12 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 32 grazie all’attività di contact tracing mentre 1 caso è emerso dai test pre-ricovero. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Modena (22), Bologna (20) e Ravenna (12) e a Forlì (10). In provincia di Modena, su 22 casi 10 sono stati individuati al rientro dall’estero (2 India, 4 Albania, 2 Spagna e 2 Grecia), 4 fanno riferimento a ritorni dalla Sardegna, 1 è un contatto di caso positivo rientrato dalla Sardegna, 3 fanno parte di focolai familiari, 4 infine sono stati classificati come sporadici.

A Bologna e provincia, su 20 nuovi casi, 5 sono stati individuati al ritorno dalla Sardegna, 5 di rientro dall’estero (2 dalla Francia, 1 dall’Ucraina, 2 dalla Russia), 6 da tracciamento seguito a focolai familiari, 3 sono riconducibili al cluster isolato alla discoteca di Cervia, 1 ha effettuato il tampone per presenza di sintomi. In provincia di Ravenna, su 12 nuovi casi, 10 sono stati individuati grazie al contact tracing a partire da positivi già noti, principalmente in ambito familiare, 1 è stato diagnosticato al rientro dall’estero (Albania) e 1 ha eseguito il tampone sempre per la presenza di sintomi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tamponi effettuati lunedì sono stati 10.764, per un totale di 910.497. A questi si aggiungono anche 1.880 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 3.061 (84 in più di quelli registrati lunedì). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna. Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.946 (+84 rispetto a lunedì), il 95% dei casi attivi. Restano stabili i pazienti in terapia intensiva (9) e quelli ricoverati negli altri reparti Covid (106). Le persone complessivamente guarite sono 24.497 (+15 rispetto a lunedì): 25 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.472 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento