menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, un'altra vittima. Nuovi contagiati, trend stabile nel Forlivese. Aumentano i guariti

Nel Forlivese i casi totali sono 566, 20 in più rispetto al rilevamento di domenica (nel Cesenate si è passati da 463 a 481).

E' una meldolese di 74 anni l'ultima vittima del coronavirus, che aggiorna a 48 il numero di vittime nella provincia, 32 nel Forlivese. L'annuncio è stato dato nella serata di lunedì dal sindaco di Meldola Roberto Cavallucci. Il primo bollettino della Prefettura, diffuso nel pomeriggio di lunedì, parlava infatti di zero vittime nel forlivese. Poi purtroppo in serata la notizia del decesso della signora da parte del primo cittadino Meldolese.
 

Dai diffusi dalla Prefettura si evince comunque un'ulteriore frenata nella crescita dei contagi ed un aumento dei guariti. Complessivamente nella provincia di Forlì-Cesena sono 1047 a fronte dei 1009 di 24 ore fa.

Nel Forlivese i casi totali sono 566, 20 in più rispetto al rilevamento di domenica (nel Cesenate si è passati da 463 a 481). Il trend si conferma stabile. Calano i ricoverati con sintomi, da 83 a 80, mentre un paziente è uscito dalla Terapia Intensiva (i ricoverati sono 15). Balzo dei guariti, da 18 a 27. A Forlì i positivi totali sono 299, 54 ricoverati con sintomi e nove in Terapia Intensiva, mentre i guariti salgono a 13. A Bertinoro sono 45, undici dei quali ricoverati (tre in terapia intensiva): "c'è un caso in più - conferma il sindaco Gabriele Antonio Fratto - sul quale l'Ausl sta facendo le opportune verifiche. Abbiamo la conferma del terzo guarito. Di tutti i nostri concittadini abbiamo un riscontro costante e, seppure la situazione può variare di ora in ora, non riceviamo al momento attuale peggioramenti della loro situazione. ".

A Castrocaro i casi sono 12 (uno ricoverato), mentre a Civitella salgono a sette (un guarito e un solo ricoverato). Dovadola registra due casi e la prima guarigione. "La persona che si trovava ricoverata con lieve sintomi è stata dimessa e trascorrerà il periodo restante della quarantena in isolamento domiciliare", rende noto il sindaco Francesco Tassinari. A Forlimpopoli sono 49, due in più rispetto a domenica, con quattro ricoverati (uno in terapia intensiva). A Meldola i casi sono 38, mentre Modigliana conteggia un paziente ricoverato a Lugo.

A Galeata è stata ufficializzata la guarigione di madre e figlio (ci sono due casi in isolamento), mentre non si registrano variazioni a Portico (tre casi), Predappio (diciannove, cinque ricoverati ed un altro guarito), Premilcuore (due), Rocca San Casciano (trenta, quattro ricoverati) e Santa Sofia (due in isolamento). Nessun caso a Tredozio. Nel Cesenate i guariti sono saliti a 50, mentre i ricoverati con sintomi sono 77 e quelli in terapia intensiva 13. Il restante si trova in isolamento domiciliare. Il numero dei decessi resta stabile a 47, 31 nel Forlivese e 16 nel Cesenate.

Il dato in Emilia Romagna

Sono 17.556 i casi di positività in Emilia-Romagna, 467 in più rispetto a domenica: un aumento tuttavia contenuto se paragonato a quello dei giorni scorsi (tra sabato e domenica, infatti, l’aumento era stato di 549 unità). E sono 72.163 i test effettuati, 2.177 in più. Questi i dati - accertati alle ore 12 di lunedì sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Complessivamente, sono 7.795 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (317 in più rispetto a domenica). 372 le persone ricoverate in terapia intensiva: due in meno rispetto a domenica, così come continuano a diminuire i ricoverati nei reparti non di terapia intensiva, che lunedì sono 3.804 (-35). In calo anche i decessi: 57, purtroppo, quelli nuovi - di cui 31 uomini e 26 donne - ma il giorno prima erano stati 74); il numero complessivo sale così a 2.108.

Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 2.397 (196 in più rispetto a domenica), 1.432 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 965 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 10 residenti nella provincia di Piacenza, 13 in quella di Parma, 8 in quella di Reggio Emilia, 6 in quella di Modena, 11 in quella di Bologna (nessuno nel territorio imolese), 2 in quella di Ferrara e 6 in quella di Rimini.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 2.936 Piacenza (44 in più rispetto a domenica), 2.317 Parma (42 in più), 3.167 Reggio Emilia (101 in più), 2.691 Modena (82 in più), 2.300 Bologna (93 in più), 317 Imola (3 in più), 510 Ferrara (22 in più), 728 Ravenna (20 in più) e 1.575 Rimini (22 in più).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento